Pubblicato il

«Madonnina, non rientriamo nei costi»

L’assessore Campidonico spiega i motivi dello stop ai lavori dovuti ad una scelta del sindaco. Il Polo Civico rende nota la spesa per le rotatorie e parla delle gare d’appalto

L’assessore Campidonico spiega i motivi dello stop ai lavori dovuti ad una scelta del sindaco. Il Polo Civico rende nota la spesa per le rotatorie e parla delle gare d’appalto

CIVITAVECCHIA – «Ci vogliono 70/80 mila euro in più per largo monsignor D’Ardia: al momento questi fondi non ci sono. Sarebbe stato meglio proseguire da progetto e nel caso, tra due o tre anni, quando si troveranno i soldi, cambiare la pavimentazione». Dal Polo Civico fanno il punto sui lavori a largo monsignor D’Ardia, fermi perché il sindaco Moscherini vuole rendere più bella la piazza davanti ai negozi, sostituendo le betonelle già posizionate con basalto nero. «Non rientriamo nei costi – hanno spiegato l’assessore Campidonico – abbiamo quindi chiesto al Sindaco di scrivere al Rup. La delibera è pronta, ma io non la firmerò, convinto che non sia la scelta migliore: la porterò in giunta a nome di Moscherini». L’assessore e il consigliere Balloni hanno poi chiarito anche la questione dei costi delle rotatorie. «Altro che d’oro, come qualcuno ha detto – hanno aggiunto – ne abbiamo realizzate cinque, a prezzi stracciati: 100 mila euro per le due su via delle Sterlizie, 40mila euro per quella di via San Gordiano, 30 mila per quella su via Berlinguer, 20 mila per largo Martiri di via Fani e 264 mila per le tre rotatorie di viale Baccelli». Un passaggio lo hanno voluto fare anche sulle imprese aggiudicatrici di POLOopere pubbliche, spiegando che su 17 gare sono state 16 imprese diverse che si sono aggiudicate i lavori. «Sulla manutenzione delle strade – hanno aggiunto – avevamo chiesto 7 milioni di euro e ne abbiamo ottenuti 2 e mezzo. Al momento la squadra si trova ad operare senza materia prima per le lungaggini burocratiche che non hanno permesso ancora di acquistare i sacchetti di asfalto».

ULTIME NEWS