Pubblicato il

«Mazzola ha svenduto il territorio»

TARQUINIA. Attacchi al Sindaco intervenuto a difendere l’assessore Celli dopo le critiche di Maneschi Il primo cittadino: «Stima nei confronti dell’assessore al Turismo e alla Pubblica istruzione. Il centrodestra invece che ha fatto in 5 anni di governo?» Dura la replica del Pdl: «Durante l’amministrazione Giulivi la città è stata rilanciata alla stregua delle più importanti località turistiche»

TARQUINIA. Attacchi al Sindaco intervenuto a difendere l’assessore Celli dopo le critiche di Maneschi Il primo cittadino: «Stima nei confronti dell’assessore al Turismo e alla Pubblica istruzione. Il centrodestra invece che ha fatto in 5 anni di governo?» Dura la replica del Pdl: «Durante l’amministrazione Giulivi la città è stata rilanciata alla stregua delle più importanti località turistiche»

TARQUINIA – Si alzano i toni dello scontro politico a Tarquinia. L’assessore Sandro Celli, oggetto di puntuali attacchi da parte del consigliere d’opposizione Marcello Maneschi viene difeso a spada tratta dal sindaco Mauro Mazzola che lo promuove a pieni voti. «Il suo operato non può essere messo in discussione», dice Mazzola che esprime profonda stima nei confronti dell’assessore al Turismo e alla pubblica istruzione. «Le critiche mosse dal consigliere Maneschi nei suoi confronti sono assurde. In ambito turistico, l’assessore Celli ha intrapreso una strada nuova, realizzando quattro importanti iniziative, che segnano una svolta nel modo di fare turismo a Tarquinia». In merito al cambio delle deleghe, il primo cittadino respinge ogni illazione: «Nessuna bocciatura. Al contrario, sono state fatte per valorizzare le qualità della persona». Difese anche le modifiche alla Zsc del centro storico. «Invece di criticare a sproposito – attacca Mazzola – Maneschi illustri quali sono stati i risultati conseguiti quando era assessore: non ha fatto niente, così come l’amministrazione che rappresentava». A stretto giro di posta la replica del Pdl. «Ci sembra logica una difesa d’ufficio del Sindaco, – esordiscono dal centrodestra – Constatiamo però con dispiacere la palese difficoltà del primo cittadino a difendere l’indifendibile». «Dove era il Sindaco con tutta la sua corte, quando, durante i 5 anni di amministrazione Giulivi, Tarquinia era stata rilanciata alla stregua delle maggiori località turistiche italiane, vedi temi fondamentali quali il ripascimento del litorale, l’università, la sicurezza stradale, la viabilità e il conferimento del titolo di patrimonio dell’umanità? Forse il sindaco e la sua corte erano in altre faccende affaccendati». Il Pdl analizza l’operato di Mazzola: «Cosa ha fatto l’amico in Comune? Ha tenuto un sito fermo per 3 anni, ha svenduto il territorio e la salute dei cittadini monetizzando il danno e creando problemi tra assessori»

ULTIME NEWS