Pubblicato il

«Migliaia di pendolari abbandonati dalle Fs»

LADISPOLI. Il delegato ai Trasporti stigmatizza i gravi disagi verificatisi nelle stazioni locali Latini: «Sarebbe stato doveroso istituire corse sostitutive con i bus»

LADISPOLI. Il delegato ai Trasporti stigmatizza i gravi disagi verificatisi nelle stazioni locali Latini: «Sarebbe stato doveroso istituire corse sostitutive con i bus»

LADISPOLI – «I fatti accaduti nelle stazioni di Ladispoli e Marina di Cerveteri confermano ancora una volta la precarietà del servizio delle Fs in caso di emergenza. Non si possono lasciare migliaia di pendolari abbandonati sui binari e senza informazioni in tempo reale». A parlare è Pierlucio Latini, delegato ai trasporti del sindaco Crescenzo Paliotta, che ha commentato i fortissimi disagi che hanno patito i viaggiatori a causa dell’interruzione della linea ferroviaria che collega il litorale alla capitale per un guasto all’impianto elettrico. «Se è vero che un guasto può accadere in qualsiasi momento – ha appreso il sindaco Paliotta – quello che contestiamo alle Fs è il ritardo con cui è stato comunicato ai pendolari che tutti i treni erano soppressi o sarebbero arrivati con ore di ritardo. Sono anni che l’amministrazione comunale chiede alle Ferrovie dello stato di ripristinare il personale nella stazione di Ladispoli, uno degli scali del Lazio più frequentati dai viaggiatori. Invece, 8.000 pendolari sono stati lasciati in balia dell’incertezza, costretti ad assaltare i pullman del Cotral che naturalmente non hanno retto l’onda d’urto dei viaggiatori. Sarebbe stato doveroso da parte delle Fs istituire immediatamente delle corse sostitutive con i bus e non penalizzare gli utenti. E’ un segno di trascuratezza che conferma tutte le nostre perplessità sull’attenzione che l’azienda del trasporto su rotaia riserva alla nostra città».

ULTIME NEWS