Pubblicato il

«Non ho mai pronunciato quelle parole»

CASO CASALESI. Mazzola striglia Daga che lo accusa di garanzie personali sulla società vincitrice dell’appalto «Il danno recato all’immagine di Tarquinia è incalcolabile»

CASO CASALESI. Mazzola striglia Daga che lo accusa di garanzie personali sulla società vincitrice dell’appalto «Il danno recato all’immagine di Tarquinia è incalcolabile»

TARQUINIA – Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola risponde ancora una volta a Luigi Daga. Il vice presidente dell’associazione “Antonino Caponnetto” ha infatti attribuito al sindaco di Tarquinia una «garanzia personale sulla serietà e probità dell’impresa a cui sono stati affidati appalti del Comune per i lavori di rifacimento del parcheggio di piazza Tagete. «Non ho alcun timore reverenziale nei confronti del signor Luigi Daga e non ho paura di andare in tribunale – attacca Mazzola – Ho dato mandato ai miei avvocati per querelarlo». «Quelle parole che vuole attribuirmi – prosegue il Sindaco – non sono mai state pronunciate dal sottoscritto. Ho invece sempre assicurato l’onestà e la professionalità dei tecnici comunali». «Il signor Luigi Daga – prosegue il primo cittadino – la smetta di assumere atteggiamenti irresponsabili e inaccettabili. Non permetterò che con sporche allusioni si tenti d’infangare la mia persona, quelle degli assessori e della città. Il danno recato all’immagine di Tarquinia è incalcolabile. È ora di finirla. Chi causa danni, dovrà pagare».

ULTIME NEWS