Pubblicato il

«Per gli uffici comunali si pensi a dei prefabbricati»

Santa Marinella. La proposta dell’opposizione è quella di ricorrere a strutture modulari da acquistare o noleggiare La minoranza: «Le zone per la realizzazione potrebbero essere una parte del parcheggio dell’area ex fungo, via Etruria o il piazzale antistante al palazzetto dello sport. Una costruzione da 600 mq può costare per 6 mesi meno di 200mila euro: un significativo risparmio per le casse del Comune»

Santa Marinella. La proposta dell’opposizione è quella di ricorrere a strutture modulari da acquistare o noleggiare La minoranza: «Le zone per la realizzazione potrebbero essere una parte del parcheggio dell’area ex fungo, via Etruria o il piazzale antistante al palazzetto dello sport. Una costruzione da 600 mq può costare per 6 mesi meno di 200mila euro: un significativo risparmio per le casse del Comune»

S. MARINELLA – È stata presentata nei giorni scorsi la proposta della minoranza in merito al trasferimento degli uffici comunali. L’opposizione lancia la sua proposta dopo uno studio approfondito e facendo seguito al consiglio comunale dello scorso 11 agosto, in cui l’amministrazione si dichiarava disposta a valutare proposte tese a gestire la necessità di trasferire gli uffici di via della Libertà, in attesa della loro ristrutturazione. «In sede di dibattito – spiegano la Rocchi, Benci, Massera, Mucciola, Fronti, Bianchi e Trebiani – si era concordato sul fatto che il trasferimento in un immobile nel quartiere Valdambrini avrebbe appesantito la situazione del traffico già critica per quella zona. Proponiamo di considerare l’ipotesi di trasferire gli uffici in una struttura di prefabbricati che potrebbe essere acquistata o noleggiata. Le strutture prefabbricate modulari possono essere realizzate e montate in tempi brevi, possono essere adattate a vari usi, compreso quello tipico di un ufficio con ricevimento di vari utenti. Tali strutture possono inoltre essere agevolmente rese conformi alle disposizioni sull’antincendio, sull’accesso di disabili, sull’impiantistica e sulla sicurezza di utenti e lavoratori. I prefabbricati modulari sono usati abitualmente da enti e istituzioni per gli usi più disparati, compresa la realizzazione di scuole, uffici, baraccamenti di cantieri e dormitori». «E’ stata effettuata – spiegano ancora i consiglieri di minoranza – una ricerca di mercato, proponendo la realizzazione di 600 mq di uffici per un periodo di 6 mesi o un anno o, in alternativa, l’acquisto dei prefabbricati modulari per la stessa superficie. Nel primo caso il periodo potrebbe essere usato per ristrutturare gli uffici di via della Libertà, nel secondo caso, le strutture rimarrebbero nella disponibilità del Comune per vari usi (ospitare associazioni, punti di incontro, sale riunioni ecc.). Le zone per la realizzazione potrebbero essere: una porzione del parcheggio dell’area ex fungo (ridurrebbe al minimo l’impegno per il trasloco dagli uffici di via della Libertà); l’area di via Etruria accessibile da via Volterra, con disponibilità di parcheggi e vicina alla S.S. Aurelia; una porzione del piazzale antistante al palazzetto dello Sport, con ampia disponibilità di parcheggi». «Quanto all’aspetto economico – concludono dall’opposizione – le soluzioni comportano un significativo risparmio per le casse comunali. Una struttura di 600 mq può essere noleggiata per 6 mesi con un costo inferiore ai 200mila euro, mentre può essere acquistata per circa 300mila euro».
A.D.A.

ULTIME NEWS