Pubblicato il

«Saremo al centro dello sviluppo del comprensorio»

S. MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca spiega il ruolo strategico dell’imminente porticciolo Il nuovo scalo beneficerà dell’aumento dei crocieristi, della richiesta di posti barca e dello sviluppo del turismo da diporto «Contiamo sul supporto della Regione Lazio. Bisogna valorizzare il nostro patrimonio, anche a livello internazionale»

S. MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca spiega il ruolo strategico dell’imminente porticciolo Il nuovo scalo beneficerà dell’aumento dei crocieristi, della richiesta di posti barca e dello sviluppo del turismo da diporto «Contiamo sul supporto della Regione Lazio. Bisogna valorizzare il nostro patrimonio, anche a livello internazionale»

SANTA MARINELLA – Sindaco Bacheca, il Porticciolo di Santa Marinella potrebbe ricevere a breve l’ok della conferenza dei servizi regionali, quando secondo il Sole 24 Ore, sul Litorale Laziale i posti barca sono insufficienti per una domanda cresciuta del 20%…
“L’iter di ampliamento del porto turistico di Santa Marinella è senza dubbio a buon punto, considerato che nella conferenza dei servizi svoltasi la scorsa settimana, abbiamo ricevuto parere favorevole sia dalla Provincia di Roma, che dai Vigili del Fuoco e dall’assessorato all’ambiente della Regione Lazio. Manca soltanto l’ok della sovrintendenza e dell’assessorato all’urbanistica della Pisana. Molto probabilmente credo che dopo la stagione estiva chiuderemo il discorso “burocratico” e daremo avvio alle opere reali di realizzazione del nuovo scalo”
Secondo Assonautica, il 2010 sarà l’anno dello sviluppo portuale, Civitavecchia a Nord, Fiumicino e Gaeta al Sud… Santa Marinella assumerà una posizione stragetica?
“Si, perché stando esattamente al centro dell’Etruria, cercheremo di intercettare il flusso turistico di Roma e sfruttare le enormi potenzialità del porto di Civitavecchia. Penso ai crocieristi che sono solo di passaggio in città, ma che in questo attuale momento di crisi economica e occupazionale, possono contribuire notevolmente allo sviluppo portuale ed alla valorizzazione del turismo. Credo si sia sulla strada giusta da intraprendere per dare ossigeno ad un territorio fermo da decenni soltanto allo sviluppo edilizio”.
Il futuro Porticciolo dovrà offrire necessariamente servizi ed infrastrutture, poiché il turismo ma anche i cittadini che usufruiranno della struttura saranno esigenti in termini di accessibilità ed organizzazione.
“Le esigenze più importanti verranno soddisfatte. Il nuovo porticciolo disporrà di circa 900 posti barca, che aggiunti all’attuale darsena saranno in totale circa 1.200. Al suo interno saranno collocati uffici direzionali, locali commerciali e servizi portuali, quali cantiere nautico e torre di controllo. Per quanto riguarda le infrastrutture, il collegamento con la Statale Aurelia, la disponibilità di posti auto e le vie di scorrimento interne sono state una nostra priorità assoluta prima di approvare la convenzione con la società Porto Romano”
Crocieristi in aumento, sviluppo del turismo da diporto, una richiesta di posti barca in posizione favorevole, infine Regione Lazio amica. Il futuro sembra essere roseo per lo sviluppo del Litorale e di Santa Marinella in particolare.
“Santa Marinella sarà senza dubbio al centro dello sviluppo turistico – occupazionale del comprensorio e per raggiungere questo obiettivo contiamo moltissimo sul supporto della Regione Lazio. Bisogna valorizzare al meglio il nostro immenso patrimonio archeologico e naturalistico e promuoverlo oltre i confini regionali, possibilmente anche a livello internazionale, così come merita. Vanno potenziati inoltre i servizi ricettivi e migliorate le spiagge. Proprio in quest’ultimo caso, abbiamo approvato il progetto definitivo di riqualificazione degli accessi al mare alle spiagge libere. Il Turismo dovrà essere di nuovo il trampolino di lancio per l’encomia della città”.
LoDe

ULTIME NEWS