Pubblicato il

«Scavi alla Bianca con la massima trasparenza»

ALLUMIERE. Augusto Battilocchio interviene a fare chiarezza dopo la scia di polemiche sollevate dalla minoranza Sul posto, al lavoro, la Soprintendenza dell’Etruria meridionale e i volontari delle associazioni De La Grange e Gar Il sindaco: «Il programma va avanti alla luce del sole. Attendiamo la relazione degli esperti sulla natura dei reperti ritrovati»

ALLUMIERE. Augusto Battilocchio interviene a fare chiarezza dopo la scia di polemiche sollevate dalla minoranza Sul posto, al lavoro, la Soprintendenza dell’Etruria meridionale e i volontari delle associazioni De La Grange e Gar Il sindaco: «Il programma va avanti alla luce del sole. Attendiamo la relazione degli esperti sulla natura dei reperti ritrovati»

SCAVIdi ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – «Sulla questione degli scavi a La Bianca è bene fare chiarezza». Ad esprimersi così è il sindaco di Allumiere, Augusto Battilocchio, che ci tiene a precisare che lui e la sua giunta sono attenti e vigili e che stanno pagando loro gli scavi: «Questa polemica si è scatenata per i Pdz a la Bianca – ha proseguito Battilocchio – dopo il botta e risposta con la minoranza e con la popolazione della frazione e dell’assemblea pubblica che abbiamo avuto con i residenti, abbiamo approvato in consiglio i Pdz e tra i vari passaggi da adempiere prima di inviarli in Regione occorrevano gli scavi-sondaggi di natura archeologica visto che nel nostro territorio questo vincolo è diffuso. Abbiamo quindi provveduto a ordinare gli scavi e la Soprintendenza sta coordinando le operazioni con un tecnico esperto sul posto che noi abbiamo fornito di un mezzo adatto per gli scavi». Battilocchio ha poi evidenziato che: «Stiamo agendo nella massima chiarezza e trasparenza. Sul posto c’è Gianfranco Gazzetti, il referente di zona per la Soprintendenza Archeologica dell’Etruria Meridionale, con lui ci sono volontari dell’associazione Klitche De La Grange e del Gar. Stamane incontrerò ancora una volta Gazzetti e faremo il punto della situazione. Stiamo portando avanti un programma articolato alla luce del sole. Non sappiamo di che natura siano i reperti trovati e per questo attendiamo la relazione degli esperti che stanno analizzando il tutto. Faremo ciò che ci diranno e, se ciò che è venuto alla luce è degno di attenzione, ci faremo consigliare su come valorizzare e promuovere questo sito».

ULTIME NEWS