Pubblicato il

«Troppo oneroso l’acquisto della Villa dei Principi»

L’assessore provinciale alla Scuola replica alle accuse del sindaco Moscherini che ha annunciato il ricorso alla Corte dei Conti Rita Stella parla di interventi di ammodernamento e ristrutturazione che si sarebbero dovuti portare avanti Intanto si procede ad un monitraggio di quelle che possono essere strutture idonee per i nuovi locali a servizio dell’IIS

L’assessore provinciale alla Scuola replica alle accuse del sindaco Moscherini che ha annunciato il ricorso alla Corte dei Conti Rita Stella parla di interventi di ammodernamento e ristrutturazione che si sarebbero dovuti portare avanti Intanto si procede ad un monitraggio di quelle che possono essere strutture idonee per i nuovi locali a servizio dell’IIS

CIVITAVECCHIA – Dopo la promessa del sindaco Moscherini di ricorrere alla Corte dei Conti per la questione relativa alla Villa dei Principi, ex sede dell’istituto alberghiero, oggi acquistata da un imprenditore civitavecchiese, è l’assessore provinciale Paola Rita Stella ad intervenire per giudicare le dichiarazioni del primo cittadino del tutto fuori luogo. «L’eventuale esercizio del diritto di opzione per l’acquisto della struttura – ha spiegato l’assessore – al momento dell’insediamento di questa Giunta già era scaduto. Anche in caso contrario, gli interventi per la ristrutturazione di Villa dei Principi sarebbero stati non solo molto onerosi ma anche di difficile realizzazione». L’assessore parla infatti di una serie di lavori di ammodernamento e sistemazione dei locali che si sarebbero dovuti svolgere, considerata lo stato della struttura. «Era praticamente rimasta tale e quale a quando era stata affittata – ha aggiunto – andava riqualificata la sala ricevimenti, il bar, sistemate le cucine, acquistate nuove attrezzature, migliorate le aule ai pieni superiori». A conti fatti, quindi, a detta dell’assessore Stella non sarebbe convenuto acquistare nel 2007 la Villa dei Principi. «Per questo – ha aggiunto – la RITAProvincia di Roma ha stanziato una cifra congrua per dotare di aule e laboratori e per garantire la funzionalità della scuola a beneficio della formazione dei nostri studenti, come già richiesto dal dirigente scolastico dell’istituto alberghiero». In quest’ottica, infatti, si sta portando avanti un monitoraggio delle possibili strutture da utilizzare per la creazione di nuovi locali adatti proprio alla scuola. «Dobbiamo rispondere concretamente alle esigenze dell’istituto – ha sggiunto l’assessore – come richiesto dal dirigente, dal corpo insegenati, dagli studenti: la scuola preferirebbe che venissero allestiti locali vicini all’attuale plesso, proprio per semplicficare la didattica. Valuteremo le strutture idonee poi si procederà all’intervento, senza comunque eslcudere altri inteventi futuri per i nostri ragazzi».

ULTIME NEWS