Pubblicato il

«Un gregge di pecore blocca la strada»

Tarquinia Lido. La protesta degli abitanti della zona che segnalano alle autorità la situazione di pericolo Infuriati i cittadini: «Nessuno interviene per impedire il passaggio, la zona versa nel degrado tra buche e escrementi» La replica del vicesindaco: «Accettiamo critiche ma non attacchi infondati, delle pecore non ne sappiamo nulla»

Tarquinia Lido. La protesta degli abitanti della zona che segnalano alle autorità la situazione di pericolo Infuriati i cittadini: «Nessuno interviene per impedire il passaggio, la zona versa nel degrado tra buche e escrementi» La replica del vicesindaco: «Accettiamo critiche ma non attacchi infondati, delle pecore non ne sappiamo nulla»

di ROMINA MOSCONI
TARQUINIA – Alcuni abitanti del lido di Tarquinia lamentano degrado e incuria nella loro zona. Fernando Delle Monache in una nota inviata agli organi di stampa ha denunciato che «come ogni anno per il centro urbano del Lido in viale dei Navigatori, a ridosso del fosso dei giardini (dalla strada del Mandrione delle saline fino al centro del Lido), si riversa tutti i giorni nelle ore notturne un enorme gregge di pecore. Non capisco come mai né i vigili né le autorità preposte al controllo del territorio vietino a questo pastore di transitare per le pubbliche vie con il suo gregge e di inondare di escrementi le nostre vie». La protesta di Delle Monache non è sola anzi sono in molti a lamentarsi per questo problema «che nessuno – scrivono alcuni residenti di Tarquinia Lido – prova a risolverci impedendone il passaggio». Delle Monache poi chiude la sua missiva lanciando uno strale al peperoncino alla giunta Mazzola: «Non mi si dica che non ne sanno nulla: sono anni che questo gregge scorrazza indisturbato. Il decoro del centro urbano dove è finito?» Pronta la risposta del vicensidaco Giovanni Olivio Serafini (assessore alle Politiche Agricole, Promozione prodotti tipici, Problematiche del Lido e Sviluppo della costa): «Dire che al Lido c’è incuria e degrado è un’accusa infondata: c’era prima ma in questi tre anni di amministrazione noi abbiamo investito molto per riqualificare quest’area. Abbiamo cambiato tutti i cassonetti; per il 75% sono state potate le piante; la pulizia delle strade è capillare; abbiamo rifatto le fogne e l’impianto di illuminazione e adibito molte zone private a verde pubblico e tanto altro. Per il passaggio di queste pecore non ne sappiamo nulla. Vedremo di cosa si tratta e cercheremo il modo di risolvere anche questo problema. Ci piace il confronto e accettiamo le critiche costruttive ma non gli attacchi infondati».

ULTIME NEWS