Pubblicato il

«Valcanneto non ha più il parco giochi»

Cerveteri. L’associazione Le Formiche, il Comitato di zona, il Roma club e la Polisportiva lanciano un appello all’amministrazione comunale L’area di Largo Giordano è stata letteralmente distrutta dalla tromba d’aria

Cerveteri. L’associazione Le Formiche, il Comitato di zona, il Roma club e la Polisportiva lanciano un appello all’amministrazione comunale L’area di Largo Giordano è stata letteralmente distrutta dalla tromba d’aria

di STEFANIA VIGNAROLI

 

CERVETERI – Di recente Valcanneto è stata colpita da una tromba d’aria che non solo ha danneggiato gravemente alcune abitazioni ma ha anche devastato il ‘‘parco giochi di Largo Giordano’’, l’unico parco utilizzabile dai tanti bambini di Valcanneto. Da quell’episodio il parco è rimasto nell’incuria e adesso i rappresentanti dell’associazione ‘‘Le Formiche’’ insieme al Comitato di zona, alla Polisportiva Valcanneto e al Roma club Valcanneto hanno deciso di far sentire la loro voce. «Nel 2006 – ricordano i residenti – era stato ristrutturato a spese dei cittadini grazie al lavoro volontario dell’associazione ‘‘Le Formiche’’ e dei cittadini. Ma adesso, tutti gli alberi del parco sono stati sradicati, i giochi sono stati danneggiati, la rete di recinzione è stata abbattuta. A tutt’oggi il parco è abbandonato, il terreno è dissestato e pieno di voragini pericolose; la pavimentazione è stata irrimediabilmente danneggiata dai mezzi che hanno rimosso gli alberi caduti e, per di più, il cancello del parco è rimasto aperto, rappresentando un pericolo enorme per chiunque decida di entrarvi». L’associazione ‘‘Le Formiche’’, il Comitato di Zona, il Roma Club Valcanneto e la Polisportiva Valcanneto lanciano duunque un appello all’amministrazione comunale di Cerveteri affinché il parco di Largo Giordano venga ripristinato al più presto, eventualmente migliorandolo e ottimizzando i suoi spazi. Le associazioni, da parte loro, non resteranno a guardare: utilizzeranno infatti parte dei loro fondi, organizzeranno iniziative specifiche per sostenerne la ristrutturazione e si impegneranno, insieme a tutti i cittadini più volenterosi, a collaborare al progetto di recupero, al fine di restituire al più presto il parco giochi ai bambini di Valcanneto. L’odissea dei residenti di Valcanneto non è finita qui. Il Cdz parla infatti di «amministrazione che non è più al servizio dei cittadini». «Incentivare e sostenere l’organizzazione di attività ricreative che abbiano lo scopo di favorire l’aggregazione e la socializzazione rappresenta uno degli obiettivi minimi cui un’amministrazione comunale che si rispetti ha l’obbligo di ottemperare – dice Giulio Bianchi, presidente del Cdz – Il Comitato di Zona ha pensato di organizzare per i ragazzi del comprensorio una serie di attività presso il centro polivalente che favorissero l’aggregazione e che allontanassero la noia delle lunghe giornate estive. L’iniziativa non ha trovato il sostegno del Comune per l’utilizzo del Centro. E’ inconcepibile che un’iniziativa di questo genere non venga incoraggiata».

ULTIME NEWS