Pubblicato il

«Zona artigianale, dopo un anno nulla di fatto»

S.Marinella. Il delegato Emidio Mancini lancia un appello al sindaco Bacheca in merito all’attuazione del Pip «Nonostante il nostro parere favorevole, l’amministrazione comunale non ha ancora intrapreso l’iter di realizzazione» «La maggioranza non deluda le attese degli operatori, poichè da loro dipende il futuro della categoria nella Perla»

S.Marinella. Il delegato Emidio Mancini lancia un appello al sindaco Bacheca in merito all’attuazione del Pip «Nonostante il nostro parere favorevole, l’amministrazione comunale non ha ancora intrapreso l’iter di realizzazione» «La maggioranza non deluda le attese degli operatori, poichè da loro dipende il futuro della categoria nella Perla»

di ALESSANDRO D’ALESSIO

SANTA MARINELLA – Realizzazione della zona artigianale: dopo un anno di attesa è partito l’appello degli artigiani della Perla. Il delegato Emidio Mancini torna a richiedere all’amministrazione comunale l’attuazione degli accordi con l’associazione di categoria, i quali risalgono a circa un anno fa, in merito alla stessa realizzazione del Piano di insediamenti produttivi che include la zona artigianale, esprimendo al contempo le sue perplessità rispetto a quanto fatto fino ad oggi. «Nonostante il parere favorevole del sottoscritto – afferma Mancini – e dell’Unione artigiani Santa Marinella e Santa Severa – per quanto riguarda le zone individuate, che sarebbero zona Perazzeta e svincolo autostradale di Tolfa, l’amministrazione comunale, dichiarandosi disponibile a tale progetto, non ha ancora intrapreso in maniera celere l’iter di approvazione per poter avviare alle procedure e dare inizio ai lavori». «La nostra certezza – prosgue Mancini – per quanto riguarda la realizzazione della zona artigianale, rimane limitata, basti pensare che la gran parte degli artigiani iscritti che necessitano di spazi come da progetto (peraltro già depositato presso l’ufficio competente), laddove si prevede la costruzione di laboratori artigianali di circa 120 mq l’uno, che soddisfano appieno le nostre esigenze, favorendo così l’imprenditoria locale nonché quella giovanile. Il cambiamento di un paese necessita di cementificazione, la quale in questo caso si identifica a creare un benessere generale, dando un’opportunità economica alla cittadinanza, e riqualificando inoltre una zona che fino ad oggi è abbandonata a se». «Le persone dai noi scelte per amministrarci – conclude il presidente degli artigiani – sia come cittadini che come operatori di settore, non deludano le nostre attese, poiché da loro dipende il nostro futuro e quello di Santa Marinella e Santa Severa».

ULTIME NEWS