Pubblicato il

“Divino Etrusco: il 24 e 25 luglio anteprima al Lido di Tarquinia

Parte la rassegna dedicata al vino delle dodici città etrusche, giunta al quarto anno

Parte la rassegna dedicata al vino delle dodici città etrusche, giunta al quarto anno

TARQUINIA – Tutto pronto per la quarta edizione di “DiVino Etrusco”, la kermesse dedicata al vino in programma a Tarquinia Lido sabato 24 e domenica 25 luglio e nel centro storico della cittadina tirrenica il 30-31 luglio e l’1 agosto. L’idea è semplice, ma allo stesso tempo accattivante: coinvolgere la dodecapoli etrusca – ovvero l’insieme di dodici città-stato che, secondo la tradizione, costituirono una potente alleanza di carattere economico, religioso e militare di questo popolo – in un percorso enoico itinerante nelle piazzette medioevali del centro storico cornetano. Ad ogni visitatore verrà fornita una tracolla, dove poter degustare i vini di tutte e dodici le città: Veio, Tarquinia, Vulci, Roselle, Cerveteri, Populonia, Volterra, Bolsena, Chiusi, Perugia, Arezzo ed Orvieto. Ad organizzare la manifestazione il Comune di Tarquinia, l’Università Agraria, l’associazione di commercianti Tarquinia Viva, con il contributo e il patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Viterbo e Camera di Commercio (è inserita nel cartellone delle Feste del Vino della Tuscia). Per Pietro Serafini, consigliere comunale che ha la delega in materia, “DiVino Etrusco è una manifestazione che ogni anno cresce sempre più e che è capace di attirare turisti da tutto il Centro Italia. Lo scorso anno abbiamo registrato circa 40 mila presenze, cifra che, ne siamo sicuri, riusciremo a superare. Un evento come questo contribuisce a valorizzare le bellezze del centro storico di Tarquinia, dove il percorso sarà ampliato rispetto alle edizioni precedenti, e poi c’è l’anteprima sul lungomare su cui puntiamo molto per attirare giovani e villeggianti”. Il programma prevede degustazioni guidate, banchi d’assaggio, mostre, concerti nel centro storico, in un caleidoscopio di appuntamenti che vogliono valorizzare il vino e le tradizioni locale. “DiVino Etrusco”, infatti, nasce fondamentalmente dal desiderio di portare il gusto del “saper bere” ai più e dalla volontà di promuovere la produzione vitivinicola di un territorio certamente conosciuto, ma che ancora non svela le altissime potenzialità, non tralasciando, parimenti, l’aspetto culturale dell’iniziativa. “La grande scommessa di quest’anno è il DiVino Beach – afferma Maurizio Leoncelli, presidente di Tarquinia Viva – che si svolgerà al Lido, tra il Mirage e lo Chalet del Pescatore: un grande ringraziamento va agli stabilimenti che, nella notte si sabato 24 luglio, hanno messo a disposizione i loro arenili per una serata in discoteca all’aperto”. Da segnalare, inoltre, che all’interno del centro storico è stato allargato il percorso dove si snoderà “DiVino Etrusco”, il quale quest’anno comprenderà anche Via Garibaldi e Via San Francesco. Grazie alla collaborazione dell’Università Agraria torna il menù “Made in Tarquinia”, che annovera ben 25 ristoranti, mentre saranno tantissimi gli eventi collaterali (mostre, concerti, spettacoli).

ULTIME NEWS