Pubblicato il

Lo sciopero della Tirrenia sbarca in porto

CIVITAVECCHIA – Problemi nel pomeriggio in porto dove è sbarcata la protesta della Tirrenia contro la decisione del Governo di anticipare la privatizzazione e firmare a quanto pare, già domani, il decreto. «Un fulmine a ciel sereno – ha spiegato il segretario della Uiltrasporti Gennaro Gallo – pensavamo che la manovra fosse stata posticipata alla fine dell’estate, considerate le imminenti elezioni europee, e invece eccoci qui, a criticare un Governo che non ha mai voluto trattare con le organizzazioni sindacali». E così sono state organizzate delle assemblee sindacali unitarie a bordo delle due navi dirette a Cagliari e ad Olbia, partite entrambe per protesta con due ore di ritardo, e una in biglietteria, per informarmare i lavoratori della situazione in corso. Il rischio è che, nell’immediato, con la firma del decreto, vengano soppresse subito le linee Genova Porto Torres, Genova Olbia e la tratta estiva Fiumicino Golfo Aranci. «Se verrà apposta la firma – hanno aggiunto i sindacati – proclameremo uno sciopero ad oltranza. Non siamo contrari alla prrivatizzazione, ma vogliamo guidare insieme questo processo, fatto di esuberi e soppressioni di linee».

ULTIME NEWS