Pubblicato il

Lo sviluppo urbanistico della Perla passa per il Ppa

Il 16 maggio si chiudono i termini per chiedere l’inserimento dei terreni edificabili nel programma pluriennale di attuazione Grimaldi: «Una pianificazione seria per porre fine alle speculazioni edilizie»

Il 16 maggio si chiudono i termini per chiedere l’inserimento dei terreni edificabili nel programma pluriennale di attuazione Grimaldi: «Una pianificazione seria per porre fine alle speculazioni edilizie»

SANTA MARINELLA – L’assessore all’Urbanistica, Angelo Grimaldi, ricorda alla cittadinanza che il prossimo 16 maggio termina il periodo di 90 giorni per chiedere l’inserimento dei propri terreni edificabili nel 1° programma pluriennale di attuazione comunale. «Ricordo che il Ppa – afferma Grimaldi – è uno strumento di programmazione utile al territorio ed ai cittadini al fine di valorizzare e migliorare la risorsa del suolo urbano della città; è la prima volta che si pianifica lo sviluppo urbanistico in questi termini di seria programmazione per porre fine ad un attacco selvaggio ed abnorme da parte delle speculazioni edilizie, che brucia in pochi mesi la capacità del Prg. Tutte le zone di espansione verranno assoggettate ai piani esecutivi rispettando uno sviluppo equilibrato, tra le opere di urbanizzazione primaria come strade, marciapiedi, fognature, acquedotto ed illuminazione pubblica e secondaria ovvero gli uffici pubblici, verde attrezzato, servizi etc. oltre all’edificazione di immobili». «Questa amministrazione – conclude Angelo Grimaldi – appena insediata ha posto l’attenzione alle esigenze dei cittadini ed all’uso del suolo in modo sostenibile e compatibile per uno sviluppo ed una crescita equilibrata della nostra cittadina. Ed è per questo, per la trasparenza, e la compartecipazione amministrativa che torno a rinnovare l’invito a fare domanda di adesione al 1° Ppa comunale. Gli uffici urbanistici di via Rucellai sono, come sempre, a disposizione dei cittadini per ogni chiarimento al riguardo». Il programma di attuazione degli strumenti urbanistici generali (Prg e Pf), che ricomprende le aree nelle quali sono concesse trasformazioni da realizzarsi obbligatoriamente nel periodo di validità dal programma stesso (3-5 anni) è l’elemento di collegamento tra pianificazione urbanistica ed economica, dovendosi effettuare un bilancio preventivo di entrate e di spese per opere di urbanizzazione. La L. 94/1982 ha esonerato dall’obbligo di Ppa gli interventi in aree di completamento dotate delle opere di urbanizzazione collegate funzionalmente o facilmente collegabili con quelle comunali; gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente; gli interventi da realizzare all’interno dei piani di zona per l’edilizia economica e popolare.
A.D.A.

ULTIME NEWS