Pubblicato il

L’ aggressore del San Paolo, davanti al giudice

di BARBARA LA ROSA

CIVITAVECCHIA – Ha deciso di non rispondere il detenuto romano 40enne che sabato pomeriggio scorso si è reso responsabile del ferimento dell’ agente di polizia penitenziaria Alessandro Filoni. L’ uomo, infatti, già detenuto in attesa di giudizio, era stato trasportato presso l’ Ospedale San Paolo di Civitavecchia per aver ingerito alcune lamette per protesta. Ad un certo punto, e senza un acclarato motivo, dando in escandescenze, ha infranto con un comodino i vetri blindati della finestra che dà sull’ esterno. Con tali frammenti si è ferito e, sostenendo di essere affetto da Aids ed epatite, ha scagliato i vetri insanguinati addosso agli agenti di polizia penitenziaria che presidiavano la sua stanza colpendo, appunto l’ agente Filoni che è stato immediatamente trasportato al pronto soccorso. L’ aggressore, successivamente calmato da altri agenti di polizia intervenuti è stato, poi, tranquillizzato e condotto nuovamente presso il Carcere di Borgata Aurelia. Ascoltato dal giudice Giovanni Giorgianni nel corso dell’ udienza di ieri mattina per la convalida dell’ arresto, il detenuto, assistito dall’ avvocato Daniele Barbieri, ha deciso, tuttavia, di non difendersi per quanto accaduto, trincerandosi dietro l’ assoluto silenzio. Al termine dell’ interrogatorio, il Giudice si è riservato di provvedere.

ULTIME NEWS