Pubblicato il

Mafia, protocollo tra Pincio e prefettura

CIVITAVECCHIA – “È stato stipulato a palazzo Valentini un protocollo di intesa tra la prefettura di Roma e il Comune di Civitavecchia per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti pubblici di lavori, servizi e fornitore”. Così la prefettura in una nota. “Il protocollo – prosegue il comunicato – sottoscritto dal prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, e dal sindaco Giovanni Moscherini mira a sostenere ed orientare l’ente locale nell’attività di prevenzione, concentrando l’attenzione su tre aree sensibili: il monitoraggio preventivo dei bandi di gara, il monitoraggio delle imprese che intervengono nell’esecuzione dei lavori o nella fornitura di beni e servizi, le anomalie rilevate nel corso della realizzazione dell’opera e della fornitura. Per quanto riguarda il monitoraggio preventivo dei bandi di gara, la
procedura prevede che il Comune di Civitavecchia trasmetta alla prefettura lo schema del bando di gara per consentirne, prima della pubblicazione, un esame destinato alla verifica della sussistenza di condizioni e clausole relative alla prevenzione del rischio di inquinamento criminale. Per quel che riguarda il monitoraggio delle imprese che intervengono nell’esecuzione dei lavori o nella fornitura di beni e servizi, il Comune indicherà alla prefettura i dati di società e imprese, anche con riferimento ai loro assetti societari, chiamate a realizzare l’intervento o a fornire beni e servizi; nel caso in cui emergono elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiose nella società o imprese interessate, la prefettura ne darà comunicazione al Comune, che applicherà o farà applicare la clausola di risoluzione del vincolo contrattuale prevista nel bando e nei contratti. Infine, per quel che concerne le anomalie rilevate nel corso della realizzazione dell’opera e della fornitura, il Comune segnalerà alla prefettura eventuali casi di dilazione e ritardo nell’esecuzione della prestazione ed altre circostanze che possano essere indice di anomalie; la prefettura provvederà, a sua volta, ad analizzare tali segnalazioni nell’ambito del gruppo interforze antimafia operante a palazzo
Valentini, di cui fanno parte funzionari ed ufficiali delle forze di polizia”.

ULTIME NEWS