Pubblicato il

Maggio 2011, l’Università Agraria di Tarquinia capitale della Maremma

TARQUINIA – Torna a Tarquinia la Mostra Nazionale del Bovino Maremmano. Dopo le edizioni 2007 e 2009, l’ANABIC (Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani da Carne) ha assegnato ancora una volta all’Università Agraria di Tarquinia l’onore e l’onere di organizzare la più prestigiosa kermes dedicata ai bovini maremmani. Oltre 160 capi in rappresentanza di circa trenta aziende provenienti dai migliori allevamenti presenti in Italia. Un’opportunità straordinaria per vedere il gota della razza maremmana in rassegna e concorso. Come nelle passate edizioni l’evento sarà abbinato alla tradizionale Festa della Merca giunta ormai alla 43° edizione ed in concomitanza con il campionato regionale di tiro con l’arco formula hunter field alla prima assoluta nella nostra città. Nella cornice del Centro Aziendale della Roccaccia sport, allevamento, convegni, degustazioni, cavalli e tradizione saranno gli ingredienti di una tre giorni da segnare sul calendario, un week end che inizierà il 27 maggio per chiudersi domenica 29 maggio. Da anni la Festa della Merca ha superato la dimensione localistica per divenire evento di fama e rilievo regionale. Non mancheranno attività dedicate ai più piccoli, approfondendo temi come la biodiversità e la didattica finalizzata alla scoperta della natura, gli eventi collegati al mondo dei cavalli, con le consuete esibizioni dei Butteri, gli spettacoli equestri. Già in cantiere la mostra cinofila, le degustazioni, le esibizioni dei biker, il villaggio delle tradizioni, in un programma ricco e con tantissime sorprese. Confermate anche i menù degustazione marchiati Made in Tarquinia, che coinvolgeranno i ristoranti della Città, ponte ideale tra Tarquinia e la Roccaccia. Novità assoluta il connubio con il tiro con l’arco, grazie all’interessamento dell’ASD Arco Club Tarkna 1989 di Tarquinia e della fuoriclasse Anastasia Anastasio, la Roccaccia ed il suo fascino sono stati scelti come sede per il campionato regionale di tiro con l’arco specialità hunter field, interamente svolta nei boschi con bersagli fissi. Oltre duecento gli arcieri attesi. Lo spostamento a fine maggio della Festa della Merca, si è reso necessario al fine di avere i capi maremmani nel massimo splendore possibile, ponendo l’evento organizzato dall’Università Agraria a cavallo tra Nitriti di Primavera e il Game Faire.

ULTIME NEWS