Pubblicato il

Manifesti selvaggi, il Pd replica a Moscherini

CIVITAVECCHIA – «Dopo tre anni di incuria e di abbandono totale il Sindaco si accorge che la città è sporca e denuncia il Pd quale responsabile del degrado della sporcizia della città». È quanto dichiara Marietta Tidei, intervenendo sulle recenti dichiarazioni del Sindaco. «Mi chiedo sul serio se Moscherini si renda conto che cosa vuol dire fare il Sindaco di una città – aggiunge – e soprattutto se non si vergogni di parlare di sporcizia e di degrado solo in occasioni come questa dimostrando non solo poca tempestività ma un’intolleranza verso le critiche dell’opposizione per niente consona ad un primo cittadino». Ricorda quindi l’affissione di recenti manifesti anonimi contro l’Ater, parlando inoltre di una città che «fa schifo nonostante i costi cresciuti di 5 milioni di euro». Difende Roberta Galletta dagli attacchi di Moscherini: «Ci dica piuttosto sulla base di quale curriculum e di quali esperienze ha scelto assessori, amministratori e collaboratori». E proprio il segretario del Pd dice la sua sull’argomento ‘‘manifesti abusivi’’, parlando di «attacco al Partito democratico, fatto da gente che ha il coraggio di manifestare pubblicamente e soprattutto democraticamente il proprio dissenso sull’operato dell’amministrazione». «La reazione stizzita che il Sindaco ha avuto all’indomani della visione di quelle parole “Sindaco è ora che vai a casa” seguite dall’elenco da una serie di inadempienze e macroscopici errori commessi dalla sua maggioranza e giunta – spiega Roberta Galletta – è il segnale che il Partito democratico ha centrato in pieno il punto debole di Moscherini, ovvero il fatto che in quasi quattro anni non è stato realizzato niente di niente e che ora teme il giudizio della popolazione». Conclude rivolgendo una domanda a Moscherini: «Perché non passa mai per le vie del centro, non va mai al mercato ad incontrare i cittadini o non passeggia la domenica per il viale? Io ci vado spesso e ascolto le continue lamentele dei civitavecchiesi verso la sua amministrazione. Forse lei non ha il coraggio di affrontare le sonore e durissime critiche nei confronti del suo operato».

ULTIME NEWS