Pubblicato il

Materna senza mensa a causa dei lavori stradali

Via Pinelli. Disagi ieri mattina per i bambini della scuola costretti a saziarsi con un panino. Il mezzo addetto alle consegne non è riuscito a raggiungere l’edificio, le mamme alzano la voce: «Noi i nostri figli li portiamo a piedi, avrebbero potuto avvertirci prima del problema o consegnare comunque un pasto completo»

Via Pinelli. Disagi ieri mattina per i bambini della scuola costretti a saziarsi con un panino. Il mezzo addetto alle consegne non è riuscito a raggiungere l’edificio, le mamme alzano la voce: «Noi i nostri figli li portiamo a piedi, avrebbero potuto avvertirci prima del problema o consegnare comunque un pasto completo»

CIVITAVECCHIA – Disagi alla scuola materna di via Pinelli a causa di alcuni lavori che interessano il tratto di strada che consente l’accesso all’edificio.
Ieri infatti, secondo quanto raccontato da alcune mamme, il furgone incaricato alla consegna dei pasti alla mensa scolastica non sarebbe riuscito a raggiungere l’istituto, lasciando i bambini senza pranzo.
Per ovviare all’inconveniente gli addetti al servizio avrebbero consegnato ai bambini solamente un panino.
Immediata la reazione di alcuni genitori: «I nostri figli sono tornati a casa affamati alle 15,30, qualcuno avrebbe potuto avvertirci prima».
In effetti i lavori in corso non sono stati improvvisati ma programmati e comunque non impediscono di raggiungere a piedi la scuola.
«Come facciamo noi ogni mattina – spiega una mamma – quando lasciamo le auto nei pressi della caserma Piave e accompagniamo a piedi i nostri figli a scuola».
E poi il servizio mensa, che alle famiglie costa ogni anno circa 300 euro, va garantito a prescindere dai lavori di riqualificazione della strada, magari con la consegna – a piedi – da parte degli incaricati di un pasto completo al posto del semplice panino.
«Siamo preoccupati anche perché si vocifera che proprio i lavori stradali determineranno a breve la sospensione del servizio mensa – aggiunge un’altra mamma – vogliamo ricordare al Comune che quel servizio lo abbiamo già pagato e che di sicuro nessuno ce lo rimborserà. Per questo motivo lunedì ci recheremo presso gli uffici di Fiumaretta per protestare».

ULTIME NEWS