Pubblicato il

Maurizio Tufarini nella lista civica per Anna Rita De Alessandris presidente

TARQUINIA – “In occasione delle imminenti elezioni per il rinnovo dell’amministrazione della Università Agraria di Tarquinia, nel mezzo del vocio polemico ed inutile che si sta propagando in città, vorrei segnalare la mia presenza tra numerosi candidati consiglieri che si sono presentati per questa competizione elettorale. Chiedo questa opportunità poiché, essendo candidato in una lista civica a sostegno della Presidente Anna Rita De Alessandris e non disponendo dei mezzi finanziari che le altre formazioni partitiche hanno messo in campo, la mia personale campagna elettorale è affidata, oltre che alla volontà e alla generosa disponibilità dei miei amici, alla Vostra preziosa accoglienza”. Esordisce così Maurizio Tufarini per presentare alla città la propria candidatura.”Sono un semplice cittadino, un lavoratore che vive tra precarietà e disoccupazione – racconta -Non ho titoli altisonanti da presentare nel mio curriculum; non pretendo d’insegnare alcunché a nessuno; non vivo per l’ambizione. La mia vita, da sempre, è tra la gente. Quella comune, spontanea e disposta verso il prossimo senza nulla a pretendere. E’ proprio da questa gente, con la quale, orgogliosamente, mi riconosco, è nata la spinta a candidarmi. Ho conosciuto una quantità d’ingiustizie, di piccoli soprusi – quasi quotidiani -; ho misurato la lunghezza estenuante di procedure burocratiche per ottenere le minime concessioni utili ad alleviare il disagio del vivere; ho visto i diritti comuni trasformati in favori da ottenere solo se si è nelle “grazie” del potentato di turno; ho assaporato l’amarezza della negazione del più sacrosanto diritto costituzionale: il dignitoso lavoro. Per questi e per altri, tantissimi, motivi ho deciso d’impegnarmi in questa competizione a fianco di Anna Rita De Alessandriss: una battaglia per affermare il diritto di tutti, nessuno escluso, di poter usufruire, in maniera paritaria, delle risorse e dei beni collettivi che l’Università Agraria, ben amministrata, può mettere a disposizione per l’intera cittadinanza. Con la speranza che l’energia di cui dispongono i candidati non sia dispersa nelle vecchie e sterili “battutacce” da bar e venga, invece, impiegata nel proporre soluzioni alle annose problematiche dell’Ente, saluto cordialmente e rimando i vostri gentili lettori ad un prossimo mio, eventuale, comunicato sul tema della “valorizzazione e redditi dai prodotti del sottobosco della macchia mediterranea”.

ULTIME NEWS