Pubblicato il

Mazzola: «Il fiume Marta non c’entra»

TARQUINIA – «Le analisi effettuate dall’Arpa hanno sempre dimostrato la balneabilità del mare lungo il litorale tarquiniese. Le notizie riportate su alcuni giornali provocano inutili allarmismi e danni all’economia».
Lo dichiara il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola in merito alla chiazza oleosa apparsa sulla costa di Ladispoli la cui causa sarebbe da imputare al fiume Marta.
«Ogni pretesto è buono per gettare fango all’immagine della città, anche quando i problemi interessano altri comuni. È inammissibile – prosegue Mazzola – che si possa affermare una cosa simile. Non si ha nessuna prova per mettere in relazione la presenza della scia a Ladispoli con il fiume Marta, due realtà geografiche che distano tra loro svariate decine di chilometri. Diffido perciò chi continua questa campagna “diffamatoria” e, per questo motivo, mi aspetto che pure gli operatori balneari prendano, una volta per tutte, posizione contro chi cerca in ogni modo di mettere in cattiva luce la città». Al riguardo del fenomeno l’attenzione del Comune è sempre stata elevata, fanno sapere inoltre dal Comune.
«L’amministrazione e le autorità competenti hanno mantenuto alta la guardia in questi mesi, avviando indagini scrupolose per risalire alla causa delle chiazze. – conclude il primo cittadino – ogni segnalazione è stata oggetto di verifiche da parte dell’Arpa, i cui dati non hanno mai messo in discussione la balneabilità della costa tarquiniese».

ULTIME NEWS