Pubblicato il

Megarissa tra marittimi, attimi di tensione al porto

CIVITAVECCHIA – Attimi di tensione, nel primo pomeriggio in porto, alla banchina 21. Protagonisti alcuni marittimi che, da qualche settimana, sono bloccati in città, senza soldi e senza possibilità di tornare a casa, e senza che la Tirrenia li chiami per lavorare. Si tratta di ragazzi del sud Italia che da giorni ormai bivaccano all’interno della struttura che ospita il Polo Idrogeno, oppure dormono in spiaggia. Già la mattina avevano messo in piedi una protesta di fronte alla Capitaneria di Porto, sostenuti dall’esponente del Forum Ambientalista Simona Ricotti e dalla segretaria della Filt Cgil Luciana Ceppolino che si è detta pronta a chiedere all’autorità marittima di effettuare controlli a bordo sull’effettiva presenza di personale adeguato e i livelli di sicurezza. Forse proprio l’esasperazione è alla base della megarissa in banchina che ha visto l’immediato intervento della Polizia di Frontiera che sta valutando anche la possibilità di eventuali denunce.

ULTIME NEWS