Pubblicato il

Moscherini attacca Tidei:  «Lavora contro la città»

Il sindaco replica alle accuse mosse dal deputato del Pd e dal senatore Ranalli sull’affidamento della Pucci a Lollobrigida Il delegato Pierfederici sul Pirgo: «Le spiagge sono nel degrado, è colpa del ‘‘partito del no’’. Le strutture devono restare anche in inverno»

Il sindaco replica alle accuse mosse dal deputato del Pd e dal senatore Ranalli sull’affidamento della Pucci a Lollobrigida Il delegato Pierfederici sul Pirgo: «Le spiagge sono nel degrado, è colpa del ‘‘partito del no’’. Le strutture devono restare anche in inverno»

MOSCHERINCIVITAVECCHIA – Si è parlato della vicenda del Pirgo, della pesca sportiva e dell’emergenza abitativa ieri mattina all’aula Pucci. Il sindaco ed il delegato al mare Pierfederici hanno in primis posto alcune precisazioni sulla vicenda legata alle strutture mobili rimosse alcune settimane fa come intimato dalla Guardia di Finanza. «La scelta di dare in affidamento(e non in concessione perché il Pua non è stato approvato) quegli spazi ad alcuni imprenditori per 5 anni – ha spiegato Pierfederici – era una soluzione trovata dal sindaco per poter dare un futuro migliore a quel tratto di costa. Un qualsiasi imprenditore che va a svolgere una attività commerciale su un area demaniale se non ha almeno una garanzia temporale non farà mai investimenti importanti». La scelta delle larghe intese come spiegato dal delegato al mare di lasciare le strutture installate in loco era stata fatta per garantire decoro e sorveglianza contro vandalismo e degrado. «Purtroppo sul nostro cammino abbiamo dovuto fare i conti con i colleghi del partito del no – hanno replicato Moscherini e Pierfederici – che hanno fatto di tutto affinchè questo non avvenisse. Non faremo passi indietro ci rivolgeremo al demanio perché crediamo che quelle strutture in quello spazio siano indispensabili». Il primo cittadino è tornato quindi ad attaccare l’opposizione, rispedendo al mittente le critiche mosse dall’onorevole Tidei e dal senatore Ranalli per la concessione dell’aula Pucci al candidato Lollobrigida. «I civitavecchiesi – ha aggiunto Moscherini – devono capire che qui c’è chi lavora contro la città e chi lavora per la città. Siccome qui c’è uno specialista che lavora contro la città che è l’onorevole Tidei che strumentalizza sulla stampa le vicende e usa le interrogazioni parlamentari per fare del male (ma gli vanno puntualmente a vuoto) adesso grida allo scandalo su quando accaduto alla Pucci e poi ritratta». Moscherini ha quindi spiegato che all’aula consigliare si è tenuto un semplice incontro organizzato da un’associazione di pesca sportiva che non è stato un qualcosa di molto diverso dalla riunione organizzata dal Pd sulla portualità.
“Vorrei ricordare al presidente dell’Authority – ha dichirato il sindaco – che è il presidente del porto non il vice segretario del Pd di Civitavecchia e quindi dovrebbe evitare di fare queste cose di parte senza aprirsi a tutti i partiti. Hanno gridato allo scandalo perché l’aula Pucci era piena di gente. Poi hanno pensato di attrezzarsi per fare un’altra associazione di pescasportivi per contrastare quella che già esiste. Un atteggiamento da “veterocomunisti” che sanno solo ostacolare gli altri”.
Il delegato al mare Pierfederici durante il corso della mattinata ha infatti spiegato le attività e le caratteristiche della nuova associazione “Asd Canna da Riva’’. “Una realtà – ha spiegato – che consente a tutti gli amanti della pesca di poter praticare l’attività nel porto di Civitavecchia. Attraverso complessi accordi con l’autorità marittima e nonostante tutte le prescrizioni legate alla sicurezza dello scalo siamo riusciti ad ottenere questa autorizzazione e oggi siamo in grado di far pescare chiunque lo desideri nello specchio d’acqua della banchina 13bis. Gli associati vengono trasportati con i mezzi della Royal Bus e Port Mobility rispettando le prescrizioni poste dall’autorità marittima”. Pierfederici durante il suo intervento ha criticato il comportamento degli esponenti dell’altra associazione(anche se la effettiva esistenza di un’altra realtà associativa di pescasportivi è tutta da verificare) realtà nata secondo lui con il solo scopo di mettere i bastoni fra le ruote all’Asd Canna da Riva. “A Civitavecchia c’è un brutto vizio, perché quando qualcuno trova la soluzione giusta – ha concluso Pierfederici – c’è sempre chi si sveglia per metter il bastone fra le ruote. Che cosa stanno facendo? Sta nascendo una nuova associazione è il male che vivono tutte le associazioni civitavecchiesi. Se tutti si unissero otterrebbero il risultato migliore. Aperta a tutti crea solo conflittualità. Apolitica, non è iscritta a nessun partito politico, non ha rappresentanti di alcun partito politico è aperta a tutti i cittadini. Chi vuole aderire lo può fare.

Mat. Mar.

ULTIME NEWS