Pubblicato il

Moscherini-sindacati: riaperto il confronto

CIVITAVECCHIA – Dopo lunga attesa finalmente si sono seduti di nuovo allo stesso tavolo i segretari di Cgil, Cisl e Uil Caiazza, Barbera e Di Marco e il sindaco Moscherini, per riprendere un confronto ed avviare formalmente, come indicato dal primo cittadino, a partire dalla metà di febbraio, un tavolo di confronto con le parti sociali finalizzato ad affrontare i temi della crisi e dello sviluppo del territorio. Note positive sono sicuramente l’avvio del confronto che potrebbe allargarsi anche ai rappresentanti istituzionali di Regione, Provincia e comuni del comprensorio, come auspicato più volte dai sindacati, e l’approvazione a breve, in consiglio comunale, del protocollo sul progetto di sviluppo litorale nord, definito dalla Provincia di Roma. «Per quanto attiene alla riorganizzazione dei servizi pubblici locali – hanno spiegato i segretari – abbiamo condiviso l’opportunità di aprire un reale tavolo di confronto finalizzato alla salvaguardia dei livelli occupazionali, alla razionalizzazione e al miglioramento dei servizi, al controllo delle tariffe. Ovviamente, abbiamo ribadito al Sindaco la nostra contrarietà rispetto all’ipotesi, contenuta nella Delibera 71, di privatizzare il 60% della gestione dei servizi pubblici locali». Tanto che Cgil, Cisl e Uil parteciperanno alla raccolta di firme per il referendum abrogativo della Delibera 71, oltre che per quello consultivo sui rifiuti. «In ragione dell’impegno del Sindaco ad aprire il confronto – hanno aggiunto – sospendiamo la manifestazione cittadina annunciata per il 29 gennaio, promuovendo invece una manifestazione di tutto il comprensorio di Civitavecchia sui temi della crisi, della drammatica emergenza occupazionale, del futuro del lavoro nel territorio, per il 26 febbraio». Cgil, Cisl e Uil sono impegnati anche sul fronte Enel e porto, e sulla sanità, avendo già chiesto un incontro urgente con la dirigenza della RmF.

ULTIME NEWS