Pubblicato il

Niente stipendi, bloccano il cantiere

PROTESTACIVITAVECCHIA – Proseguono le indagini della Procura della Repubblica in merito alla vicenda della presunta discarica preente all’interno della centrale Enel di Tvn, con il procuratore capo Gianfranco Amendola impegnato, in modo particolare, a verificare le caratteristiche del filmato giunto a via Terme di Traiano, recapitato in forma anonima alla presidente del Forum Ambientalista Simona Ricotti.
Si dovrà collocare in un tempo preciso, verificare, eventualmente, anche l’autore del filmato per cercare di fare chiarezza.
Intanto oggi nuovi problemi al cantiere. Una trentina di operai della ditta Euromontaggi di Viterbo hanno bloccato l’ingresso, fermando auto e camion, permettendo l’ingresso soltanto a piedi e protestando contro la loro stessa azienda.
«Non riceviamo lo stipendio chi da quattro chi da cinque mesi – hanno spiegato gli operai, la maggior parte stranieri, presenti fuori Tvn – non siamo la prima ditta ad avere questi problemi: noi lavoriamo qui tutti i giorni e chiediamo soltanto di essere pagati».
Enel ha allontanato da sé ogni responsabilità, spiegando di aver pagato regolarmente il consorzio Comonsi, di cui fa parte Euromontaggi. «A noi interessa solo ricevere lo stipendio – hanno aggiunto – se non avremo risposte concrete, lunedì saremo pronti a tornare, per bloccare interamente il cantiere».

ULTIME NEWS