Pubblicato il

Novemila euro d'affitto per i locali della Asl a Valdambrini

Il Prc: "Si continua a perseverare su scelte che comportano uno sperpero di denaro"

Il Prc: "Si continua a perseverare su scelte che comportano uno sperpero di denaro"

SANTA MARINELLA – “La risposta della Asl alle nostre osservazioni sui 9000 € per l’affitto dei locali a Valdambrini, mal serviti da un punto di vista dei collegamenti e forse non idonei ad essere utilizzati come ambultori, non entra nel merito della questione sollevata ma si limita ad addossare agli amministratori precedenti la responsabilità della decisione”. Così il circolo del Prc, “Benedetti Michelangeli” di S. Marinella risponde all’azienda sanitaria locale. “Ci si risponde – dice il Prc – che essa non può essere cambiata senza rischiare il pagamento di penali, ma non si fuga il dubbio sul danno ai contribuenti. Ci si chiede, inoltre, dov’era il Prc di S. Marinella nel 2007, quando le scelte sugli affitti (allora si parlava di vendita alla ASL degli stessi locali) venivano fatte. Siamo ben felici di rispondere che nel 2007 l’attuale centro commerciale di Valdambrini era un cantiere che il Prc ha cercato di osteggiare in ogni modo, denunciando alla procura che agli enti locali competenti il mancato rispetto delle ordinanze e normative sulla sicurezza del cantiere, la tombatura del fosso, il mancato rispetto della Via dell’ecomostro e la sua pericolosa vicinanza alla scuola elementare (minacciata dalla gru, dalle polveri e dal continuo passaggio di automezzisia). Abbiamo denunciato il sequestro di un intero quartiere bloccato dal traffico dei camion e poi, ad opera finita, abbiamo raccolto firme sul problema alla viabilità indotto dal centro commerciale. Tutte le diffide sono state cestinate dall’impresa costruttrice e dagli amministratori locali come fossero carta straccia. Poi l’amministrazione comunale è cambiata, ma non la politica verso la Treddi, portata avanti da Tidei così come da Bacheca. Ci pare che lo stesso sia avvenuto per la Asl, la cui ammnistrazione è cambiata, ma si persevera nelle decisioni prese, anche se sospette di sperperare denaro pubblico, prendendosela con chi le denuncia”.

ULTIME NEWS