Pubblicato il

Nucleare, Fare Verde plaude al no di Tremonti

MONTALTO – Le centrali nucleari per Fare Verde sono improponibili sia per le caratteristiche sismiche e geologiche del territorio italiano, sia perché costose e con tempi troppo lunghi per essere realizzate. Per questi motivi l’associazione ambientalista plaude allo stop del ministro Tremonti. «Il primo stop al piano di ‘‘rinascimento nucleare’’, arriva dallo stesso Governo che lo propone – dice Massimo De Maio, presidente nazionale di Fare Verde – Tremonti manda a dire al collega Scajola che la montagna di soldi necessaria per riportare l’atomo in Italia non può prenderli dalle tasche degli italiani». «Da Montalto sono giunte da soggetti privati alla Regione Lazio richieste di autorizzazione per 600 megawatt di impianti alimentati da fonti rinnovabili – continua De Maio – se fossero subito autorizzati si potrebbe averli attivi nel giro di un anno, senza alcun esborso da parte dello Stato o dei cittadini. La centrale nucleare che si vorrebbe costruire a Montalto ci costerebbe, invece, 4 miliardi di euro e avrebbe una potenza di 1.600 megawatt, ma non produrrebbe nulla prima di 15 anni. Prima che il nucleare sia attivo a Montalto con le rinnovabili si sarebbero prodotti 9mila megawatt senza conseguenze per l’ambiente, la salute e le tasche dei cittadini».

ULTIME NEWS