Pubblicato il

Nuova Zsc in vigore dal 15 settembre

TARQUINIA – Entra in vigore il 15 settembre il nuovo regolamento della Zsc (Zona a sosta controllata) del centro storico di Tarquinia approvato nell’ultimo consiglio comunale. Il piano prevede la cancellazione della suddivisione nei settori separati A e B e l’abolizione degli stalli di sosta a strisce bianche con l’adozione di quelli a linee blu, nonché la creazione di punti per il carico e lo scarico delle merci e l’ampliamento delle fasce orarie per il loro uso. Per i residenti nella Zsc, la sosta sarà gratuita senza alcun limite numerico per le auto di proprietà, mentre i non residenti potranno parcheggiare l’automobile, usufruendo di convenienti abbonamenti mensili da 25 euro, 20 euro e 10 euro: il primo valido per i parcheggi interni ed esterni al centro storico, il secondo per quelli interni, il terzo per quelli esterni. Piazza Cavour e via Umberto I rimarranno inoltre aree pedonali, mentre corso Vittorio Emanuele II e via Giuseppe Garibaldi saranno chiuse al traffico dalle 16 alle 19 per il periodo invernale. «I miglioramenti apportati sono il frutto del confronto che l’amministrazione ha portato avanti con i cittadini e le associazioni dei commercianti e degli artigiani. – ribadisce il sindaco Mauro Mazzola – L’obiettivo è dare ordine alla viabilità, disincentivare l’uso del mezzo privato, anche grazie al rafforzamento del servizio gratuito delle navette le cui linee collegano oramai tutti i quartieri della città; nonché garantire controlli più rapidi e rigorosi contro chi non rispetterà le norme». «Le variazioni apportate dimostrano l’attenzione del Comune nel risolvere le problematiche di Tarquinia», aveva detto a luglio il primo cittadino, annunciando i cambiamenti. Ma non la pensano così gli esponenti del centrodestra che soprattutto contestano al Sindaco la mancanza di coerenza «visto che in campagna elettorale nel 2007 si era aspramente dichiatato contrario alle strisce blu». La polemica è peraltro destinata ad allargarsi, visto che ad essere insoddisfatti sono anche molti cittadini che per vari motivi, non ultimo quello lavorativo, sono costretti a frequentare ogni giorno il centro storico e a sborsare il denaro per il ticket. L’amministrazione comunale del sindaco Mazzola va però avanti per la sua strada, dopo aver apportato numerose modifiche al piano. Non resta che attendere mercoledì prossimo per l’avvio del provvedimento.
Ale.Ro.

ULTIME NEWS