Pubblicato il

Parco Leonardo, ragazzo travolto e ucciso dal treno

FIUMICINO – Un ragazzo di 15 anni stava attraversando il binario e un treno che era in transito l’ha investito provocando la sua morte. Il fatto è accaduto  poco prima delle 16 alla stazione ferroviaria di Parco Leonardo, in zona Fiumicino. Sul posto è subito intervenuta la polizia di stato. Secondo prime informazioni, il ragazzo travolto e ucciso da un treno in corsa diretto a Fiumicino stava attraversando con un amico i binari all’altezza della stazione di Parco Leonardo. Sul posto la Polfer che ha anche predisposto la chiusura del tratto ferroviario in entrambi i sensi di marcia a partire dalle 15,52, tra Roma e l’Aeroporto di Fiumicino. I ragazzo, nonostante il divieto, avrebbe incautamente attraversato i binari all’altezza della fermata di Parco Leonardo. La circolazione è stata riattivata solo dopo il nulla osta dell’autorità giudiziaria intervenuta per i rilievi di legge. Trenitalia ha subito attivato un servizio sostitutivo su strada con pullman dedicati, per assicurare i collegamenti da e per l’aeroporto. Il Gruppo Ferrovie dello Stato mediante comunicato ha ribadito quanto più volte diffuso ed evidenziato, anche attraverso una specifica campagna di comunicazione, riguardo al rispetto delle elementari norme di sicurezza, da osservare in ambito ferroviario: “Non attraversare i binari e non scendere o salire da treni in movimento sono tra le regole che non possono essere mai trascurate”. “Un terribile incidente ferroviario ha spezzato una giovane vita di Fiumicino”, sono invece le poche notizie giunte all’amministrazione comunale che hanno determinato lo sgomento dell’intera cittadinanza. “Ancora non sono chiare le dinamiche dell’incidente e le forze di polizia stanno indagando sul caso”, hanno spiegato dal municipio. “Esprimo tutto il dolore per la perdita di un ragazzo del nostro territorio sicuro di interpretare il sentimento di tutta la comunità – dichiara il sindaco di Fiumicino Mario Canapini – Sono vicino alla famiglia della giovane vittima, ma nell’immensa sofferenza di questo momento mi chiedo anche come sia possibile che un treno possa attraversare stazioni ferroviarie nei centri abitati, dove non sono previste fermate, senza rallentare o senza le dovute precauzioni e protezioni per le persone che sono in attesa di salire su altre corse”. La Protezione civile regionale è subito intervenuta sulla via Portuense a Roma nella zona di Parco Leonardo. La sala operativa della Protezione civile regionale, in coordinamento con le Ferrovie dello Stato, ha mobilitato cinque associazioni di volontariato che con dieci pulmini hanno raggiunto il posto e hanno avviato le operazioni di trasbordo degli oltre 1000 passeggeri rimasti sul treno bloccato. La Protezione civile ha chiesto inoltre l’intervento dei bus del Cotral, e ha dato assistenza ai passeggeri consegnando loro centinaia di bottigliette d’acqua. L’intervento tempestivo è stato possibile grazie al protocollo di collaborazione siglato nel 2008 tra Regione Lazio e Ferrovie dello Stato”. 

 

ULTIME NEWS