Pubblicato il

Pd della Perla pronto al congresso

Fermento per il rinnovo delle cariche dirigenti Emanuele Piendibene: «Auspichiamo un partito in grado di dare adeguate risposte alla città»

Fermento per il rinnovo delle cariche dirigenti Emanuele Piendibene: «Auspichiamo un partito in grado di dare adeguate risposte alla città»

SANTA MARINELLA – Anche a Santa Marinella il Pd si predispone a celebrare il congresso per il rinnovo delle cariche dirigenti. «Come da ogni parte – spiega Emanuele Piendibene – anche se pochi sono i cittadini interessati a chi ricopre il ruolo di segretario di un partito o di un membro di un direttivo, perché molto più interessati alle linee politiche programmatiche in grado di cambiargli la vita, tutti si troveranno a sperare che comunque vada ci sia una politica seria e un segretario che la sappia rappresentare nel migliore dei modI». «Strano a dirsi – prosegue Piendibene – ma solo in questi appuntamenti, ormai la politica riesce a parlare di politica e non di pettegolezzi ad elevarsi, per darsi aria di scienza e guarda caso ci si ritrova in un dibattito che ti porta ad evidenziare come il prossimo segretario del Pd si troverà a gestire tre appuntamenti politico elettorali di sicura importanza: le elezioni Politiche per il rinnovo dei membri della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica; le elezioni per il rinnovo dell’amministrazione della Provincia; le elezioni per il rinnovo dell’amministrazione comunale. Inutile dire che questi sono solo tre aspetti della politica che il nuovo segretario politico cittadino dovrà gestire e sono quelli che più degli altri al sottoscritto forse preme focalizzare perché partendo da una politica chiara e percorribile forse alle prossime elezioni si potrebbe anche tentare di avere l’onere e l’onore di far camminare dritto questo paese». “Allora – prosegue Piendibene – se il sentire diventa comune è d’obbligo chiedere e sperare che il prossimo segretario della nostra sezione si presenti con una proposta politica nella quale ci dica: se ritiene opportuno fare in modo che chi è stato eletto al parlamento per rappresentare la politica del Pd del comprensorio in ambo i rami del parlamento vada riconfermato o detto alla “Renzi Sindaco di Firenze” vada rottamato? Se intende perseguire la volontà di aggregare intorno ad un cittadino di Santa Marinella una candidatura forte e vincente per il collegio provinciale o abdicherà a priori per favorire Ladispoli o Cerveteri? Quali sono i confini politici rispetto alle persone e ai partiti che non posso essere superati per individuare il prossimo candidato sindaco e la coalizione a sostegno? Mi accorgo che stilare un documento dove si fanno certe scelte potrebbe spaccare il PD, certo qualcuno dice sui contenuti e non su la persona e quindi il tutto sarebbe più nobile ma sicuramente non possiamo rinunciare a fare politica sperando che qualcosa accada e che l’importante è restare uniti anche se questo significa appiattirci sui contenuti politici e confrontarci sul nulla. Oggi più che mai il PD deve dare risposte chiare e precise per far in modo che chi ci potrebbe preferire trovi in noi una politica da condividere nei contenuti e negli esponenti politici che la rappresentano altrimenti, continueremo a trovarci che nel momento di massima difficoltà del centrodestra, il Pd rimane ancora al palo e registra nei sondaggi il suo minimo. E questo perché non si vede un’alternativa con proposte chiare, nitide e forti, un’alternativa capace di parlare ai santa marinellesi prima e agli italiani di conseguenza”.

ULTIME NEWS