Pubblicato il

Pdl, il Governo studia un decreto

Diventata impercorribile la strada dei ricorsi il destino della lista è legato a un intervento legislativo Sit-in ieri a Roma: anche Battilocchio al fianco della Polverini

Diventata impercorribile la strada dei ricorsi il destino della lista è legato a un intervento legislativo Sit-in ieri a Roma: anche Battilocchio al fianco della Polverini

CIVITAVECCHIA – “Il Pdl ha presentato il ricorso, non sappiamo ancora se la lista mancherà. Per il resto non cambia nulla: sono la candidata a guidare la Regione e continuo con il mio impegno”.
Lo ha dichiarato la candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio, Renata Polverini.
L’atmosfera è tesa e nella giornata di ieri nella capitale sono apparsi dei manifesti significativi: “Il popolo di Roma vuole votare”, con riferimento all’esclusione della lista dalla tornata elettorale per via di un ritardo nella presentazione.
Il Sindaco di Roma Alemanno si appella al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, mentre Emma Bonino, candidata presidente del centrosinistra nel Lazio parla di un «gran pasticcio da parte dei dirigenti del Pdl».
C’è chi è convinto che le liste siano state presentate regolarmente e chi invece ritiene discutibile l’atteggiamento tenuto da Alfredo Milioni in tribunale.
Sta di fatto che si è tenuto un sit-in piazza San Lorenzo in Lucina di candidati e sostenitori del Pdl, per chiedere la riammissione della lista dopo i fatti accaduti sabato a Roma.
Il vice coordinatore regionale del Popolo della libertà, Alfredo Pallone fa sapere che è stato presentato un nuovo ricorso alla Corte d’Appello per l’ammissione delle liste del Pdl nella provincia di Roma.
Secondo indiscrezioni sarebbe allo studio da parte del Governo un decreto legge per risolvere la questione, i cui contenuti al momento non sono ancora noti.
Nessuna dichiarazione o presa di posizione su quanto accaduto sabato scorso è arrivata, per il momento, dagli esponenti locali del Popolo della libertà.

ULTIME NEWS