Pubblicato il

Peduzzi e Lucherini: "Dare seguito alla richiesta di audizione dei sindaci"

ALLUMIERE- “Dare seguito quanto prima alla richiesta di audizione in Commissione Ambiente da parte dei Comuni di Civitavecchia, Allumiere, Tolfa, Santa Marinella, Tarquinia, Cerveteri, Ladispoli e Monte Romano sulla questione della megadiscarica di Allumiere e sulla modifica dell’Ambito Territoriale Ottimale del Piano Regionale Rifiuti approvato dalla Regione Lazio il 19 novembre 2010”. E’ quanto scrive, in una nota, Ivano Peduzzi, capogruppo alla Regione Lazio  della Federazione della Sinistra, in una lettera inviata al Presidente della V Commissione, Roberto Carlino. “La delegazione richiedente – continua Peduzzi – sarà composta dai Sindaci dei Comuni, da due consiglieri di minoranza, dai Presidenti delle Università di Agraria, da due rappresentanti del Coordinamento territoriale ‘No Megadiscarica’, da un rappresentante delle Parti Sociali e da un rappresentante delle Associazioni Ambientaliste”. “Il Gruppo Regionale della Federazione della Sinistra – conclude Peduzzi – nel continuare l’azione di contrasto al piano regionale rifiuti adottato a Dicembre 2010 dalla Giunta Regionale, ritiene che non sia possibile scaricare sui comuni limitrofi le inefficienze del ciclo dei rifiuti della città di Roma e dell’Ama e si dichiara in totale sintonia con le istanze presentate dai Sindaci contro l’ipotesi di realizzare una discarica nel territorio comunale di Allumiere”. Sulla stessa linea il consigliere regionale del Pd Carlo Lucherini: “L’audizione in commissione ambiente richiesta dal sindaco di Allumiere e dagli altri sindaci dei comuni dell’area, nonché dalle associazioni contrarie alla megadiscarica va fatta prima possibile – dice Lucherini – Non si tratta, come dice il presidente della commissione Carlino, di aspettare il piano rifiuti. In seguito all’accordo fatto tra Alemanno e il ministero della Difesa per l’utilizzazione dell’area da adibire a discarica, accordo che non ha tenuto conto minimamente del piano rifiuti regionale, è assolutamente urgente che l’audizione si svolga quanto prima, proprio per chiarire la natura dell’accordo e per ascoltare le rimostranze di sindaci e cittadini che giustamente si oppongono a che la discarica di Roma sia collocata sul loro territorio”.

ULTIME NEWS