Pubblicato il

Pesca abusiva: sequestrati 3000 ricci

CIVITAVECCHIA – Ancora razzia di ricci di mare sulle coste civitavecchiesi. Questa mattina, infatti, nel corso di normale attività di monitoraggio degli obiettivi sensibili della città, la Guardia di Finanza ha individuato due subacquei in immersione nelle acque adiacenti la centrale di Torrevaldaliga Nord. Inizialmente i due sono stati scambiati per attivisti di organizzazioni ambientaliste o di organizzazioni terroristiche, indicati quindi come un possibile pericolo per la centrale Enel. A quel punto sono stati allertati gli uomini della sezione aereonavale che, immediatamente intervenuti, hanno individuato i due pescatori di frodo di origini pugliesi impegnati a ricercare ricci con degli autorespiratori, vietati per svolgere questo tipo di cattura. Avevano già pescato oltre 3000 esemplari: molti di più rispetto ai 50 previsti dalla legge. Le attrezzature sono state sequestrate, i ricci gettati di nuovo in mare e i due pescatori sono stati denunciati

ULTIME NEWS