Pubblicato il

Piazza XXIV Maggio, carabinieri in Regione

Acquisito l’ultimo documento con cui la Pisana chiede chiarimenti al Pincio sulla realizzazione del fabbricato. I militari vogliono verificare le illegittimità riscontrate dall’area vigilanza

Acquisito l’ultimo documento con cui la Pisana chiede chiarimenti al Pincio sulla realizzazione del fabbricato. I militari vogliono verificare le illegittimità riscontrate dall’area vigilanza

CARABINIERICIVITAVECCHIA – Anche i carabinieri vogliono vederci chiaro sulla questione relativa alla realizzazione del palazzo di piazza XXIV Maggio. I militari dell’Arma, infatti, hanno acquisito nei giorni scorsi la documentazione nella quale la Regione Lazio ha mosso alcune contestazione relative alla concessione edilizia 29/2008. Lettera che è stata inserita all’interno del fascicolo che, da qualche mese, è stato aperto dalla Procura della Repubblica che ha aperto un’inchiesta a seguito della quale è stato posto sotto sequestro il palazzo e sono state iscritte nel registro degli indagati, da parte del sostituto procuratore Edmondo De Gregorio, ben nove persone.
A quanto pare il 23 dicembre scorso l’Area Vigilanza ed Ispettiva della Regione Lazio avrebbe inviato al Comune una nota riguardo quella concessione edilizia 29/2008 per cui si evidenziano profili di illegittimità «tanto che – hanno spiegato ieri il consigliere dell’Idv Vittorio Petrelli e il segretario dei repubblicani Europei Vincenzo Monteduro – il responsabile dell’Urbanistica ha ora dieci giorni di tempo per riesaminare lo stato delle procedure e fornire alla Direzione Regionale i dovuti chiarimenti, adottando in via di autotutela idoneo provvedimento per rimuovere le criticità riscontrate per l’intervento edilizio e procedendo in via cautelativa alla immediata sospensione dei lavori».
Una richiesta di chiarimento che, però, ruisulta essere in contrasto con quanto riferito, all’indomani del sequestro del cantiere, dall’assessore all’urbanistica Mauro Nunzi il quale aveva spiegato che, proprio la Regione Lazio, a seguito di un esposto presentato, aveva certificato la regolarità dell’opera. Oggi quindi i carabinieri sono tornati sulla questione dell’intervento urbanistico sull’area di piazza XXIV Maggio, volendo vederci chiaro alla luce della lettera della Regione Lazio.

ULTIME NEWS