Pubblicato il

Piendibene: «Una manovra da 30 milioni di debito»

Alessio Gatti rincara la dose e attacca l’amministrazione parlando di una politica suicida

Alessio Gatti rincara la dose e attacca l’amministrazione parlando di una politica suicida

CIVITAVECCHIA – «Cinque mese per partorire un bilancio privo di ogni senso politico, fatto su basi incerte». Lo dichiara il capogruppo del Partito democratico Alessio Gatti, che parla di un’assenza di programmazione che «ha fatto si che Moscherini e la sua maggioranza amministrassero alla giornata, costringendo gli uffici a mandare avanti la macchina amministrativa lavorando in dodicesimi». Gatti critica il livello del dibattito che si è sviluppato in consiglio comunale: «Mentre la minoranza e i consiglieri tagliati dalla maggioranza intervenivano in merito alla proposta di delibera, quelli di Moscherini, giunta compresa, non erano presenti tra i banchi, tanto è che dopo l’ennesimo richiamo da parte del presidente Cappellani, la minoranza è stata costretta a chiedere la verifica delle presenze che ha fatto si che il consiglio si sciogliesse». Preannuncia quindi un’opposizione serrata per evitare l’approvazione di un bilancio «figlio di una politica suicida che taglia la spesa corrente per quanto riguarda i servizi a fronte di nuovo indebitamento». Il capogruppo del Pd spara a zero sugli eccessivi articoli 90 stigmatizzando la mancata stabilizzazione di precari. Sul bilancio interviene anche Marco Piendibene: «Presentare come risanamento una manovra che prevede circa 30 milioni di euro di nuovo debito, appare piuttosto avventuroso – dichiara – l’assessore ci ha spiegato che parte del debito è un anticipo di tesoreria, ma la cosa non ci tranquillizza -prosegue il consigliere – perché sempre debito è con costi di interesse certamente superiori». Piendibene parla di un ufficio Tributi al collasso, prima di parlare degli investimenti: «Non si è programmato assolutamente nulla – aggiunge – e non si è ottenuto alcun contributo da Comunità Europea, Governo, Regione e Provincia. E’ la prima volta nella storia di questa città».

ULTIME NEWS