Pubblicato il

Pierini: “Dietro Ardita un occulto suggeritore?”

LADISPOLI – “Leggendo sulla stampa i comunicati del consigliere Ardita ci è sorto un dubbio: o c’è stata troppa esposizione al sole d’agosto oppure c’è il tentativo, abbastanza scoperto, di avvelenare la vita politica e amministrativa di Ladispoli che, a differenza di altre realtà, finora è rimasta nei limiti del confronto civile e costruttivo”. Con queste ironiche parole il vicesindaco di Ladispoli Marco Pierini ha inteso rispondere alle dichiarazioni dell’esponente della destra in merito alla proposta di realizzare un impianto di compostaggio nella zona dei Monteroni. “Fermo restando che l’Amministrazione comunale di Ladispoli – ha proseguito Pierini – non ha espresso alcun parere favorevole sull’impianto di compostaggio, le esternazioni del consigliere Ardita ci sembrano molto preoccupanti. Preoccupanti perché potrebbero far pensare all’esistenza di un suggeritore occulto. La cosa grave e preoccupante, inoltre, è che nessuna delle notizie riportate dal consigliere del Pdl corrisponde a realtà. Basta una passeggiata per Ladispoli per vedere che quello che qualcuno potrebbe aver suggerito e Ardita firmato sono tutte falsità. Ladispoli è una città che non ha né “padrini” né “padroni” e proprio per questo ha eletto sindaco Paliotta due anni fa, un sindaco che non appartiene ai “salotti degli imprenditori importanti della città” , come si farnetica nei comunicati di Ardita”. “Il bilancio del 2009 – ha sottolineato Pierini – sarà uno dei più importanti da quando Ladispoli è Comune autonomo: tre nuove scuole medie, materne ed elementari, due nuovi ponti che superano barriere che da sempre dividevano la città, il nuovo Piano Regolatore Generale, due nuovi parcheggi per 400 posti auto, l’apertura del cantiere per le nuova Scuola Alberghiera più grande del Lazio, il nuovo Centro Pasti, con una capacità di 3000 pasti al giorno, la ristrutturazione del Piazzale della stazione e di Piazza Vittoria, il nuovo manto di asfalto di via Roma e di altre cinque strade. Ed ancora il nuovo sottopasso ferroviario e le cinque barriere antierosione che hanno salvato altrettanti stabilimenti balneari e che sono le prime di un sistema che ne prevede altre dieci. Questo è il parziale bilancio di un 2009 che l’Amministrazione comunale ha ottenuto con impegno costante e quotidiano , mentre Ardita ed i suoi suggeritori cercavano di boicottare e fare ostruzionismo contro la città. Ma forse la spiegazione di tutti i veleni che sparge l’anonimo suggeritore sta negli attacchi che Ardita fa ai suoi colleghi del centro destra, accusati di accordi sottobanco e di coperture. Sono veleni interni soprattutto al centro destra, quelli che Ardita sparge per conto terzi senza nemmeno rendersene conto. Sarebbe triste se per i prossimi tre anni dell’Amministrazione Paliotta si dovesse continuare ad assistere a questo triste spettacolo interno all’opposizione. E tutto fa pensare che presto sarà noto anche il nome dell’eventuale anonimo suggeritore”. “Per quanto riguarda la proposta – ha concluso Pierini – di impianto di compostaggio, proposta che arriverà presto all’attenzione delle Commissioni consiliari e del Consiglio comunale, Ardita commette il grave errore di parlare di discarica. La cosa non solo è falsa tecnicamente ma risulta di danneggiare proprio la nostra città. Ladispoli è il più grande produttore di rifiuti solidi urbani a nord di Roma dopo Civitavecchia e Viterbo. La nostra Amministrazione proporrà ai comuni del nostro comprensorio di trovare un accordo per un impianto consortile. Se chiamassero discarica l’impianto che si vuole realizzare, ci può spiegare Ardita quale altro Comune accetterebbe di avere nel suo territorio un impianto di quale tipo? E se fra due anni Cupinoro dovesse chiudere e ogni comune dovesse fare per proprio conto, ci spiega il consigliere del Centro destra in quale posto di Ladispoli metterebbe quella che lui chiama discarica? Governare è una cosa seria, fare demagogia e populismo senza fare proposto crea solo danno alla comunità”.

ULTIME NEWS