Pubblicato il

Polizia, al via il passaporto biometrico

TARQUINIA – Dal 20 maggio 2010 presso la Questura di Viterbo verranno attivate le procedure per il rilascio del passaporto elettronico con impronte digitali in conformità a quanto previsto dal Regolamento del Consiglio dell’Unione Europea CE n. 2252/2004 che prevede l’inserimento nel microchip interno al documento di viaggio delle impronte del dito indice di ciascuna mano del richiedente acquisite a mezzo di scansione elettronica , senza tuttavia essere oggetto di archiviazione.
Al termine del processo di acquisizione, i dati vengono trasmessi ai sistemi centrali, ove restano per il tempo strettamente necessario all’espletamento di tutte le fasi dell’istruttoria, venendo cancellati dopo il positivo esito della verifica del funzionamento del libretto-passaporto e la consegna dello stesso. Le impronte sono inserite nel microchip in modalità protetta e possono essere lette soltanto tramite appositi sistemi di decodifica alle frontiere.
Si precisa che per i minori degli anni 12 non è prevista l’acquisizione delle impronte digitali.
La rilevazione delle impronte sarà effettuata esclusivamente presso l’Ufficio Passaporti della Questura di Viterbo e presso il Commissariato di P. S. di Tarquinia ove l’interessato dovrà recarsi personalmente. Ciò determinerà un aumento di utenti presso gli Uffici di Polizia, pertanto si è ritenuto necessario procedere ad una ripartizione degli stessi in relazione al luogo di residenza secondo il calendario sotto indicato.
Qualora l’interessato decida comunque di avvalersi della facoltà di presentare l’istanza per il rilascio del passaporto presso il proprio Comune o il Comando Stazione Carabinieri, i predetti Enti dopo aver terminato l’istruzione della pratica, aver verificato la completezza della documentazione ed aver proceduto all’autenticazione della foto e della firma restituiranno la pratica al cittadino che si presenterà quindi in Questura per il rilevamento delle impronte e la consegna della documentazione , esclusivamente nei giorni indicati.
Rimane invariata la possibilità per i predetti Uffici di trasmettere alla Questura a mezzo posta le domande relative a:
– rilascio del passaporto per i minori di anni 12 esentati dalla deposizione delle impronte;
– rinnovo del passaporto;
– richieste di vidimazione dei certificati di nascita dei minori di anni 15 da convalidare per l’espatrio.
Si precisa che l’emissione del nuovo passaporto biometrico non obbliga alla sostituzione di quelli rilasciati anteriormente al 20 maggio 2010 ed in corso di validità. Analogamente si procederà per coloro che hanno già presentato istanza di rilascio del passaporto in data antecedente al 20 maggio 2010.
Il passaporto potrà essere ritirato solo dal richiedente o, in caso di impedimento, da persona munita di delega formalizzata mediante autentica della firma dell’interessato, nonché tramite il Comando Stazione Carabinieri che ha accettato l’istanza.
Al fine di evitare il più possibile disagi all’utenza si è ritenuto di regolamentare l’accesso dei cittadini presso l’Ufficio Passaporti della Questura di Viterbo o presso il Commissariato di P.S. di Tarquinia, secondo il calendario allegato
Altre novità in arrivo:
Dal 20 maggio 2010, cambierà il libretto del passaporto, sarà sempre cartaceo ma avrà un’impaginazione diversa, sarà a 48 pagine per cui il versamento da effettuare sul conto corrente postale nr. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e Finanze – Dipartimento del Tesoro – dovrà essere di € 45,62, inoltre la firma del titolare sarà digitalizzata e stampata sulla pagina ICAO.
Si comunica altresì che a causa delle problematiche connesse alle novità di cui sopra l’Ufficio Passaporti della Questura di Viterbo nei giorni 17 – 18 – 19 maggio 2010 rimarrà aperto solo per il ritiro dei passaporti.-

PROSPETTO PER LA RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE PER IL RILASCIO DEL PASSAPORTO DAL 20 MAGGIO 2010

COMMISSARIATO DI P.S. DI TARQUINIA

Cittadini residenti nei Comuni di:
Tarquinia, Arlena di Castro, Canino, Cellere, Farnese, Ischia di Castro, Montalto di Castro, Monteromano, Pescia Romana, Tessennano.-

QUESTURA DI VITERBO

LUNEDI
Dalle ore 09.00 alle ore 13.00
Cittadini residenti nei Comuni di:

Viterbo (Grotte S. Stefano, S. Martino al Cimino, Bagnaia), Bomarzo, Celleno, Roccalvecce, Soriano nel Cimino, Graffignano, Sipicciano, Vetralla, Cura di Vetralla, Vitorchiano, Canepina, Gradoli, Latera, Valentano.-

MARTEDI
Dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Cittadini residenti nei Comuni di:

Viterbo, Tuscania, Montefiascone, Marta, Grotte di Castro, Proceno, Acquapendente, Onano, Castiglione in Teverina, S. Lorenzo Nuovo, Bolsena, Bagnoregio, Lubriano, Capodimonte, Civitella D’Agliano.

MERCOLEDI
Dalle ore 09.00 alle ore 12.00
Cittadini residenti nel Comune di:

Viterbo.-
GIOVEDI
Dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Cittadini residenti nei Comuni di:

Viterbo, Civita Castellana, Orte, Orte Scalo, Bassano in Teverina, Vignanello, Vallerano, Fabrica di Roma, Nepi, Gallese, Corchiano, Castel S. Elia, Monterosi, Faleria, Calcata, Vasanello.-

VENERDI
Dalle ore 09.00 alle ore 13.00
Cittadini residenti nei Comuni di:

Viterbo, Ronciglione, Sutri, Vejano, Oriolo Romano, Capranica, Barbarano Romano, Bassano Romano, Blera, Villa S. Giovanni in Tuscia, Carbognano, Caprarola.-
SABATO
CHIUSO

ULTIME NEWS