Pubblicato il

Polizia locale, amministrazione comunale e sindacati ai ferri corti

TARQUINIA – La giunta Mazzola respinge le accuse di “comportamento antisindacale” contenute nel comunicato che i sindacati FP-CGIL e UI/FP hanno sottoscritto e diramato alla stampa. Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola chiarisce dunque «che l’amministrazione ha sempre tenuto in estrema considerazione le problematiche degli operatori di polizia locale e si è attivamente impegnata per l’ampliamento dell’organico». «In questi ultimi tempi – dice il primo cittadino – le relazioni sindacali hanno vissuto momenti di particolari difficoltà, dovuti soprattutto all’impossibilità di accettare le richieste sindacali di stabilizzazione del personale precario, che non risultava in possesso dei prescritti requisiti e per l’applicazione della normativa contrattuale sulle prestazioni di lavoro in turno rese nei giorni festivi infrasettimanali, per la quale l’amministrazione è stata chiamata dal prefetto di Viterbo per una procedura di raffreddamento, che si è conclusa con l’accettazione della proposta di richiedere un parere sull’argomento al ministero dell’Interno. Il ministero, con il parere emesso, ha confermato l’operato dell’amministrazione, in aderenza ai pareri forniti sull’argomento dal Dipartimento della funzione pubblica e dall’Aran. In merito al ritardo con il quale ha avuto inizio la riunione del 3 luglio, ritardo contestato dalla delegazione di parte sindacale, si chiarisce che alcuni componenti della delegazione di parte pubblica sono stati impegnati con il Sindaco e con il comandante del Corpo di polizia locale». «In altre occasioni si è verificata la situazione contraria di ritardo dei rappresentanti sindacali ed anche il Sindaco ha atteso il loro arrivo. – conclude – Non risulta inoltre che il comunicato affisso sia scomparso, visto che oggi, 4 luglio, è ancora visibile in almeno tre punti all’interno del palazzo comunale. Le problematiche attuali, oggetto di disaccordo con le OO.SS. (Organizzazioni Sindacali Territoriali), sono state ereditate dalla precedente amministrazione, ma non risulta che le stesse OO.SS. abbiano assunto analoga posizione di scontro, entrando anche nel merito di scelte amministrative».

ULTIME NEWS