Pubblicato il

Polizia Municipale: nulla di fatto in Prefettura

Fumata nera a Roma. I Vigili applicheranno alla lettera il contratto di lavoro. Solidarietà da parte dei consiglieri di minoranza e del movimento Freedom

Fumata nera a Roma. I Vigili applicheranno alla lettera il contratto di lavoro. Solidarietà da parte dei consiglieri di minoranza e del movimento Freedom

VIGILICIVITAVECCHIA – Nulla di fatto per l’incontro in Prefettura di questa mattina tra Amministrazione Comunale e Polizia Municipale. Invece che tentare di raffreddare i conflitti in atto, si sono inaspriti ancora di più i rapporti tra le parti. E così gli agenti di Polizia Municipale hanno confermato l’assemblea sindacale di venerdì Santo, dalle 18.30 alle 20.30, con la mancata assistenza alla processione del Cristo Morto e l’astensione dal lavoro il 28 aprile prossimo, in occasione di Santa Fermina.
«Lo facciamo a malincuore, perchè teniamo al nostro lavoro e alla nostra città – hanno spiegato dalla Polizia Municipale – ma il Pincio ha espaspreato gli animi in questi mesi. In Prefettura l’amministrazione comunale si è presentata senza alcuna programmazione valida e senza una risposta seria al piano triennale del fabbisogno del personale. Nessun concorso per assumere nuovo personale: solo 5 terminalisti da impiegare in ufficio e 4 mobilità interne, niente più. Non è questo il modo, secondo noi, di risolvere il problema, considerando che mancano almeno 30 unità. Andremo avanti solo con l’ordinario, già difficilmente gestibile, e applicheremo scrupolosamente e alla lettera il contratto». Piena solidarietà da parte dei consiglieri di minoranza, che hanno annunciato la proposta di un emendamento al bilancio che permetta, da subito, la riassunzione dei 16 vigili precari licenziati. «Alla fine è accaduto quello che temevamo – hanno spiegato dall’opposizione – il corpo della Polizia Municipale è stato portato all’esasperazione dall’amministrazione comunale. Una settimana fa avevamo proposto una onorevole transazione tra i 16 precari licenziati ed il Comune che, garantendo loro il reintegro immediato, poteva sancire la fine del contenzioso con il vantaggio di poter disporre nuovamente delle 16 unità già perfettamente addestrate. Oggi vogliamo esprimere la nostra solidarietà al corpo della Polizia Municipale tutta, che ha sempre dimostrato sensibilità ed attaccamento alla propria città». Dello stesso avviso anche Freedom che ha sottolineato come il «l’attuale governicchio abbia paralizzato tutti i settori dell’amministrazione, innescando inevitabilmente uno sperpero di risorse economiche su questioni futili e personaggi inutili. Per risolvere il problema – ha aggiunto – si deve dare applicazione al programma triennale del fabbisogno di personale, riassumere i 16 vigili licenziati ingiustificatamente passando la graduatoria fino all’inserimento di 20 unità, tutelare e salvaguardare le professionalità amministrative del corpo dei vigili urbani».

ULTIME NEWS