Pubblicato il

Pot, condivisi contenuti e strategie

Incontro oggi tra i vertici dell'Authority e i rappresentanti sindacali regionali e locali di Cgil, Cisl e Uil per discutere del piano triennale delle opere 2011/2013 che sarà portato il 22 dicembre prossimo in comitato portuale

Incontro oggi tra i vertici dell'Authority e i rappresentanti sindacali regionali e locali di Cgil, Cisl e Uil per discutere del piano triennale delle opere 2011/2013 che sarà portato il 22 dicembre prossimo in comitato portuale

CIVITAVECCHIA – Condivisione dell’impostazione e dei contenuti del nuovo Piano Operativo Triennale dell’Autorità Portuale di Civitavecchia Fiumicino e Gaeta ed accordo per l’istituzione di un tavolo congiunto di monitoraggio periodico. E’ quanto emerso questa mattina al termine dell’incontro tra l’Authority, rappresentata dal Presidente, on. Fabio Ciani, e dal Segretario Generale Giuseppe Guacci, ed i rappresentanti regionali e territoriali dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil e quelli territoriali delle rispettive sigle di categoria. Facendo seguito alla precedente riunione della scorsa settimana, il Presidente Ciani ha concluso l’illustrazione del nuovo Pot 2011-2013, che sarà sottoposto al Comitato Portuale il 22 dicembre prossimo. Condivisi con le forze sindacali non solo i contenuti, ma anche le priorità strategiche, che possono essere riassunte nello sblocco dei finanziamenti Cipe per la realizzazione delle darsene traghetti e servizi e del prolungamento ulteriore dell’antemurale; nella necessità di completare le infrastrutture di collegamento al servizio dei tre porti; nel proseguire con il progetto di porto ecologico, realizzando l’elettrificazione delle banchine e gli impianti fotovoltaici nello scalo di Civitavecchia e nel perseguire l’ulteriore sviluppo dei traffici merci e passeggeri, secondo quanto già programmato dall’Autorità Portuale. Sindacati ed ente hanno anche concordato di attivare, subito dopo l’approvazione del Pot, un tavolo congiunto di monitoraggio periodico per verificare il raggiungimento degli obiettivi del Piano in termini di sviluppo e occupazione. Soddisfatto il presidente Fabio Ciani: “La condivisione degli obiettivi del Pot – dichiara – e le sinergie attivate per il loro raggiungimento, anche attraverso il coinvolgimento di Regione, Province e Comuni del Network, sono un segnale positivo anche per le ricadute occupazionali che la realizzazione del Piano porterebbe sui territori di riferimento dei tre porti”.

ULTIME NEWS