Pubblicato il

Qualità dell'aria, scende in campo Bi-Lab

CIVITAVECCHIA – “Previsione della Qualità dell’Aria P.Q.A. del comprensorio dell’Alto Lazio”. Questo è il nuovo strumento per la previsione dell’inquinamento atmosferico fino ad un massimo di 72 ore, che il lavoratorio cittadino Bi-lab svilupperà in collaborazione con alcuni partner e con i Comuni interessati. Nel Sistema P.Q.A., come hano spiegato il direttore Riccardo Battaglini e il responsabile della ricerca scientifica Giancarlo Piras, saranno implementati i modelli di stima delle emissioni e di simulazione della dispersione, allo scopo di rendere operativo il Sistema per la simulazione diagnostica dell’inquinamento atmosferico. Il Sistema, in uso presso alcuni stati europei, produce bollettini e mappe degli indici di qualità dell’aria facilmente interpretabili dal cittadino ( presso l’aeroporto Barajas di Madrid sono già in funzione tecnologie analoghe). La ricerca ed il suo sviluppo prevedono, altresì, la realizzazione e la pubblicazione giornaliera su sito web dedicato dei bollettini previsionali della qualità dell’aria: tali bollettini riporteranno le previsioni delle successive 48 ore fino ad un massimo di 72 relativamente agli indici di qualità dell’aria per gli inquinanti principali (ozono, particelle fini, monossido di carbonio, ossidi di azoto e ossidi di zolfo)attraverso l’indice CAQI adottato in ambito comunitario. I tempi previsti dello studio di progetto fino alla realizzazione sono tra i 6 e i 12 mesi. Tra i risultati che Bi-lab si propone di raggiungere vi è soprattutto quello di fornire BI-LABun’informazione completa nei confronti della cittadinanza, quello di poter contribuire alla salvaguardia della salute pubblica. Particolare rilievo rivestono i risultati derivanti da un servizio di informazione alla cittadinanza fornito in modo chiaro e comprensibile per tutti e al contempo completo e continuo: sarà possibile da parte degli Enti preposti, nonché da parte delle figure professionali (medici, farmacisti, specialisti del settore, ecc.) allertare i soggetti sensibili in caso di rischio per la salute; indicare i periodi della giornata nei quali i rischi sono maggiori; fornire quotidianamente consigli sui comportamenti da adottare da parte dei gruppi sensibili della popolazione per la salvaguardia della propria salute.

ULTIME NEWS