Pubblicato il

Quartaccia, è ancora polemica

SANTA MARINELLA – Sullo sblocco di un terreno in zona Quartaccia che sul Prg è iscritto come non edificabile, le minoranze criticano l’amministrazione comunale. “Crediamo che i cittadini abbiano capito benissimo cosa sta succedendo nel loro quartiere – scrivono in un comunicato i gruppi di opposizione – e cioè che l’attuale maggioranza non mostra nessun reale interesse ad occuparsi di risolvere i problemi dei cittadini e sbloccare la zona a espansione, ma è presa da altre esigenze e altri progetti. Per esempio quelli dei Piani Integrati, ovvero migliaia di metri cubi in deroga al Piano Regolatore. Il vero problema della Quartaccia è che ci sono interessi diffusi di tanti piccoli proprietari e non quelli di un unico soggetto forte. A Santa Marinella, non esiste edilizia e programmazione al di fuori dei piani integrati, per cui, le amministrazioni che si sono succedute, hanno costruito dove hanno voluto. Sulle terre dove non lo hanno fatto, sta ancora crescendo l’erba e quella non è propaganda. L’unico che sembra non aver capito tutto ciò, è Ballarini, il quale ce la mette tutta a stare dalla parte dell’amministrazione in carica sperando di ottenere un risultato. Il problema è che rischia di accorgersi troppo tardi di quanto questa fiducia sia mal riposta, senza ascoltare lo scontento degli altri proprietari. A lui e a quanti vogliono conoscere da vicino il vero volto della nuova amministrazione, consigliamo di partecipare al consiglio comunale in cui si tratterà dei Piani Integrati, o di altri fantasmagorici progetti, come un project financing per un centro post acuzie a Santa Severa sui terreni della Gepra, progetto pare molto diverso da quello originale. Se l’Assessore Grimaldi ci ricevesse gli chiederemmo informazioni precise anche su questa nuova vicenda, ma l’assessore continua a non rispondere alla nostra richiesta. Del resto – concludono i consiglieri di minoranza – una delle ultime delibere mostra quanto sia utile il contributo della minoranza. A seguito di una nostra interrogazione proprio sui Piani integrati, la Giunta, ha corretto un errore sul programma delle opere pubbliche, errore piuttosto evidente che gli era sfuggito”.

ULTIME NEWS