Pubblicato il

Quindici metri giù nella scarpata

TOLFA. Incidente nella notte tra mercoledì e giovedì al km 3 della provinciale che conduce a Santa Severa Morti sul colpo Paride Ferrante di 27 anni e l’amico Alessandro Bocci di 26 anni

TOLFA. Incidente nella notte tra mercoledì e giovedì al km 3 della provinciale che conduce a Santa Severa Morti sul colpo Paride Ferrante di 27 anni e l’amico Alessandro Bocci di 26 anni

di ROMINA MOSCONI

TOLFA – Tragedia nella notte sul tratto di strada provinciale che collega Tolfa con la frazione di Santa Severa nord, all’altezza del km 3, nei pressi della zona industriale. Per cause ancora in corso di accertamento da parte della polizia stradale, due giovani residenti a Tolfa, Paride Ferrante di 27 anni e Alessandro Bocci di 26, hanno perso la vita a seguito di un incidente: forse a causa della pioggia e delle condizioni del manto stradale. L’auto sulla quale stavano viaggiando, una Ford Ka, è finita nella scarpata, facendo un volo di 15 metri. Il mezzo, prima di finire la sua corsa si è dapprima schiantato contro due alberi e per un lungo tragitto ha camminato fuori strada. Fatale, purtroppo, è stato l’impatto per i due ragazzi che, presumibilmente, sono entrambiFERRANTI morti sul colpo. Solo l’autopsia sui corpi potrà però stabilirlo con certezza. Ad accorgersi dell’auto nella scarpata, è stato un tolfetano, A.S., che stamattina, attorno alle 6,45, insieme ad un collega stava scendendo da Tolfa per andare a lavorare a Santa Marinella. Appena notata la macchina nella scarpata i due si sono fermati, pensando che servisse aiuto; ma quando A.S. si è avvicinato si è reso conto della gravità del fatto e, sotto shock, ha allertato i soccorsi. È rimasto sconvolto dalla scena che si è trovato di fronte. Per i due che erano a bordo, infatti, non c’era più niente da fare. Subito sul posto si sono precipitati i carabinieri di Tolfa e Santa Severa, i vigili del fuoco della caserma Bonifazi e la polizia stradale di Civitavecchia oltre che l’autoambulanza della Misericordia di Santa Marinella, il cui medico a bordo non ha potuto fare altro che constatare il decesso dei due ragazzi. Sul posto, anche i genitori e i familiari delle due giovani vittime, sconvolti dalla tragedia. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’incidente sarebbe avvenuto intorno alle 11, dopo che i due giovani amici erano usciti dal ristorante ‘‘Natura e cavallo’’ di Tolfa e, probabilmente, erano intenzionati a proseguire altrove la serata visto che la macchina viaggiava lungo la provinciale, in direzione S. Severa e non in direzione Tolfa, dove i due risiedevano. Sul luogo dell’incidente è giunto anche un giovane tolfetano, un amico delle vittime, che la sera prima doveva andare in auto con Paride ed Alessandro. Un impegno l’ha però costretto ad arrivare tardi all’appuntamento, ed è stata la sua fortuna. Tante le persone ed i giovani che sono accorsi increduli. Alle 7,20 i vigili del fuoco di Civitavecchia hanno iniziato la loro opera con due squadre al lavoro: la prima, diretta da Antonio Pasquini, ha lavorato con l’autogru, l’altra, del capo Stefano Mei, con l’altro mezzo. Insieme hanno estratto i corpi dall’auto poi trasferiti con il carro funebre presso l’obitorio di Santa Marinella a disposizione dell’autorità giudiziaria. Lì una vigilessa di Tolfa ha proceduto al INCIDENTEriconoscimento dei due ragazzi. I pompieri hanno dovuto lavorare a lungo per recuperare la macchina caduta nella scarpata e caricarla sul carro attrezzi. Il mezzo è stato messo a disposizione del magistrato. La Procura della Repubblica, pm Pantaleo Polifemo, ha aperto un’inchiesta. È fissata per domani mattina l’autopsia sui corpi delle vittime. Contemporaneamente a Tolfa il sindaco Alessandro Battilocchio terrà la riunione straordinaria di giunta convocata con urgenza per decidere le modalità per ricordare i due giovani e quasi sicuramente verrà indetto il lutto cittadino.

ULTIME NEWS