Pubblicato il

"Certe scelte mi preoccupano"

ANDREACIVITAVECCHIA – Non dà giudizi Andrea Passerini, ma prende spunto dalla nomina di De Francesco al vertice di Etruria servizi per avanzare quella che definisce «una preoccupante riflessione sui criteri di scelta per le persone impegnate nella pubblica amministrazione». Di fronte alla decisione del Sindaco, l’ormai ex sostenitore del Polo civico, indicato nei mesi scorsi come colui che avrebbe ricoperto il ruolo attualmente affidato all’ex assessore al Commercio, non nasconde la propria amarezza per una nomina sfumata: «A suo tempo fu valutato il mio curriculum – dichiara – finalmente erano state vagliate con attenzione ed equità le risorse locali. Ci sono a Civitavecchia giovani molto capaci e preparati, come e più di me, ai quali non viene data una chance. Credo che lavorare per la pubblica amministrazione – aggiunge Passerini – rappresenti un onere da assumersi in maniera seria, oltre ad essere un onore che va ben al di là del compenso economico. Auguro a De Francesco di condividere queste linee guida». Nessun attacco diretto al nuovo amministratore di Etruria servizi, mentre non mancano punte di sarcasmo nelle parole di Passerini che non accetta neppure l’etichetta di ‘‘fedelissimo del Sindaco’’. «Un buon amministratore pubblico – dichiara – deve operare non per un Sindaco o per una giunta ma per raggiungere degli obiettivi funzionali ai cittadini. La scelta di un collaboratore – spiega – dovrebbe essere principalmente legata alla qualità della persona e alla sua funzionalità rispetto al compito da svolgere».

ULTIME NEWS