Pubblicato il

"Fiori e luci per l'arte" ai nastri di partenza

TARQUINIA – Tutto pronto per la seconda edizione di “Fiori e Luci per l’Arte”. Da venerdì a domenica la manifestazione promossa dagli assessorati ai Lavori pubblici, alla Cultura e al Turismo, con la collaborazione dell’Università Agraria e la direzione artistica di Sirio Roratori, animerà il centro storico di Tarquinia. A inaugurare la kermesse, venerdì alle 18,30 è Skylab Studios, che presenterà nella sala consiliare del palazzo comunale i libri “9909 “e “SCHHHH! È solo comunicazione visiva”. A seguire, alle 19, la musica si fonderà con le immagini in una stupefacente performance dal titolo “ContaminAzioni” che vedrà insieme il Prograssik Trio, i musicisti Manuel Elisei, Andrea Brunori e Luca Capitani, e la stessa Skylab Studios. La sera riflettori puntati su via delle Torri dalle 20. Per una notte la strada che unisce le piazze Santo Stefano e Titta Marini si trasformerà in un grande laboratorio d’arte, con le ceramiche di Michele Totino, la pittura di Grazia Ferri e Daniela Scataglini, le sculture in legno di Lucio Pontani e il riciclo creativo dell’associazione “Con-Tatto Natura”. Nella chiesa di Santo Spirito l’associazione Zinghereria proporrà “Caotika?”, scatti d’autore di Fabio Calabrese, e le opere di giardinaggio creativo di Marina Benedetti. A concludere l’atmosfera immaginifica dello spettacolo di fuoco degli artisti di strada alle 22 e delle videoproiezioni, che animeranno l’austera e solitaria torre Barucci alle 23, al cui interno sarà ospitata la personale di Serena Serrani “Impercettibili Scambi di Esistenza”. Queste ultime iniziative sono sempre a cura dell’associazione Zinghereria. Nell’ambito della manifestazione “Fiori e Luci per l’Arte”, il parco “Felice De Sanctis” ospiterà inoltre la 4ª edizione di “Rocca Scannacavalli”, mostra di pittura, scultura e artigianato curata da Sharry Ward che vedrà i migliori artisti residenti a Tarquinia presentare le loro creazioni. In uno dei luoghi più suggestivi della città etrusca, dominato dall’imponente mole della chiesa di Santa Maria in Castello, il visitatore ammirerà le sculture di Domenico Narduzzi, Carlo Brignola, Patrizio Zanazzo, Angelino Degli Effetti, Vicenzo Cipicchia e dei fratelli Todini; i quadri di Brian Mobbs, Rosana Liera e Walter Massi; i disegni di Enzo Bocchio. Arricchiranno l’esposizione i laboratori di ceramica e di merletto delle scuole “L’Artistica” e di “Tombolo”. «Il titolo dell’iniziativa è un omaggio al poeta Titta Marini che chiamò questo luogo, ubicato al fianco dell’“ammazzatora”, il mattatoio comunale, Roccascannacavalli. – afferma l’organizzatrice Sharry Ward – Tanti saranno i fili conduttori della mostra, in cui le opere, oltre 300, saranno “incastonate” tra il verde brillante della vegetazione e la nuda roccia della collina tarquiniese». Gli appuntamenti non finiscono qui: previsti, infatti, per domenica tre importanti eventi: “Cieli Colorati”, “Note di Un’Itàlia”, “Acqua e Fuoco in un Vortice di Emozioni”. A campo Cialdi (ore 15.30), con “Cieli Colorati”, spiccheranno in volo i palloncini e gli aquiloni realizzati dai bambini delle scuole elementari della città, insieme al gruppo Sculture Volanti. A Fontana Nova, (ore 21) omaggio ai 150 anni dell’unità della Nazione con “Note di Un’Itàlia”, racconto della storia del Paese attraverso canzoni celebri eseguite dalla chitarra di Angelo Rosati, dal contrabbasso di Fabio Caponi, dal pianoforte di Pietro Pacini e introdotte dalla voce di Elena Alfieri con frasi dei personaggi che hanno fatto l’Italia. La piazza antistante alla chiesa di Santa Maria in Castello (ore 22.30) sarà il palcoscenico di “Acqua e Fuoco in un Vortice di Emozioni”, lo spettacolo delle fontane danzanti dell’azienda Viorica, in cui i due elementi prenderanno vita, giocando con luci e colori, per trasmettere vitalità, forza, calore ed energia.

ULTIME NEWS