Pubblicato il

"Immobili all'asta, si esprima il Consiglio"

Dopo il ricorso al Tar anche la minoranza chiede chiarezza sulla vendita degli immobili del palazzo tra via Doria e via San Leonardo. L’opposizione scrive al Sindaco e chiede la convocazione del collegio dei revisori, precisando: «Senza il pronunciamento della massima assise cittadina ci troviamo di fronte ad un atto eventuale e potenziale»

Dopo il ricorso al Tar anche la minoranza chiede chiarezza sulla vendita degli immobili del palazzo tra via Doria e via San Leonardo. L’opposizione scrive al Sindaco e chiede la convocazione del collegio dei revisori, precisando: «Senza il pronunciamento della massima assise cittadina ci troviamo di fronte ad un atto eventuale e potenziale»

CIVITAVECCHIA – «Senza un parere ufficiale del consiglio comunale ci troviamo di fronte ad un atto eventuale e potenziale». Ne sono convinti i consiglieri di opposizione Roberto Bonomi, Alessio Gatti, Alessandro Manuedda, Vittorio Petrelli, Marco Piendibene, Nicola Porro e Marietta Tidei che hanno inviato una nota al sindaco, all’assessore al Bilancio, al segretario generale, ai componenti del Collegio dei revisori e ai componenti della commissione bilancio per sottolineare le anomalie relative all’iter di messa in vendita, tramite asta, degli immobili comunali del palazzo tra via Doria e via San Leonardo. Dopo il ricorso al Tar presentato dai commercianti che da anni portano avanti la propria attività in quei locali, anche i consiglieri di opposizione vogliono chiarezza sulla vicenda, chiedendo la convocazione proprio del collegio dei revisori. Spiegano infatti che le delibere esistenti non hanno senso senza un pronunciamento del consiglio comunale, «sede in cui si potrebbe discutere anche – hanno spiegato – dell’opportunità di alienazione, delle motivazioni che sostengono la scelta, della destinazione da dare alle risorse che ne derivano, delle modalità di determinazione dei valori di vendita, della procedura di alienazione». I consiglieri, quindi, mettedno in dubbio la correttezza delle procedure attuate, chiedono che si faccia al più presto luce sulla vicenda.

ULTIME NEWS