Pubblicato il

"La Pro Loco opera in maniera abusiva"

CIVITAVECCHIA – Preoccupato dall’attività «abusiva esercitata dalla Pro Loco nel box posto al terminal navette Forte Michelangelo» è il presidente dell’associazione comprensoriale Agenzie di viaggi e turismo, Cesare La Rosa che ha espresso tale preoccupazione in una raccomandata inviata al sindaco Gianni Moscherini, alla Capitaneria di Porto, alle Autorità Portuali, al comando della Guardia di Finanza e all’Amministrazione provinciale di Roma: «La Pro Loco gestisce l’area terminal navette offrendo tutti i servizi, in ciò favorita da una veste ufficiale di ufficio turistico locale, il cui operato dovrebbe, fra l’altro, essere quello di promuovere l’afflusso turistico verso la città a vantaggio degli operatori locali, dei commerci e delle ristorazioni. I servizi però – denuncia La Rosa – sono il contrario. Favorendo escursioni e servizi turistici per destinazioni diverse, principalmente Roma, tutte rivolte ad impoverire il tessuto commerciale cittadino nel momento in cui la massa dei turisti viene orientata fuori dal territorio. Questa costante e giornaliera prassi – continua La Rosa – causa una situazione tesa, di contrasto, pericolosa, determinando spesso atti di insofferenza e reazioni che richiedono l’intervento della forza pubblica. Si chiede quindi – conclude – agli organi di competenza di vietare alla Pro Loco l’esercizio di detta abusiva attività ed obbligarla a svolgere i compiti statuari nell’interesse esclusivo della Città e delle attività commerciali ivi esistenti».

ULTIME NEWS