Pubblicato il

"Le case di legno sapremmo trasformarle in muratura"

CIVITAVECCHIA – Si accende la polemica sul ‘‘villaggio di legno’’ prospettato dall’amministrazione comunale. Dopo l’intervento di Annalisa Tomassini (Pd), a dire la sua questa volta è il presidente dell’Ater Gianfranco Di Ludovico, contrariato dall’idea di dare «risposte soltanto provvisorie all’emergenza abitativa di Civitavecchia».
Il numero uno di via Don Milani ricorda l’impegno dell’azienda nella realizzazione di edifici popolari: «Se i tempi di realizzazione del villaggio di legno sono a medio-lungo termine – ha dichiarato – sarebbe il caso di concedere quei terreni all’Ater, dato che è in grado di garantire la costruzione di alloggi in muratura per un totale di oltre 60 metri anziché 40, con una struttura che sicuramente più stabile e in grado di durare nel tempo».
Poi parla dei tempi di realizzazione: «L’Ater – ha proseguito Gianfranco Di Ludovico – a San Liborio potrebbe creare nuovi alloggi popolari rispettando gli stessi tempi e di sicuro ad un prezzo minore».
Ha quindi illustrato l’ultima iniziativa dell’azienda territoriale: «Dalla prossima settimana sarà attivo lo sportello CAF in via Don Milani numero 6, che provvederà gratuitamente ad assistere i nostri inquilini nella compilazione del 730 e del modello unico. Si tratta di un’iniziativa sociale – ha concluso – della quale gli utenti potranno approfittare nei giorni di lunedì e giovedì».

ULTIME NEWS