Pubblicato il

"Screzi" con la GdF, Moscherini nega

CIVITAVECCHIA – Il sindaco Giovanni Moscherini chiarisce la sua posizione in merito all’episodio della scorsa settimana che avrebbe coinvolto un ufficiale della Guardia di Finanza. “Quanto finora riferito da alcuni organi di stampa – afferma Moscherini – su supposti dissidi tra me e la Guardia di Finanza, smentisco in maniera categorica che ciò risponda al vero. A chi vuole pescare nel torbido volendo dare una immagine di un Sindaco in netto contrasto con l’operato svolto dalla Guardia di Finanza e dalle altre forze dell’ordine presenti su tutto il territorio, voglio chiarire che i miei rapporti con tali autorità sono sempre stati ottimi e lo sono tuttora. Tanto che questi ottimi rapporti, si sono materializzati e meglio espressi con il famoso Protocollo d’Intesa sulla Legalità, siglato ai tempi in cui ero Segretario e poi Presidente dell’Autorità Portuale, protocollo sottoscritto tra l’Autorità stessa e il Comando Regionale Guardia di Finanza, con cui si istituiva l’Ufficio Legalità e Antimafia, in costante collegamento online con la Guardia di Finanza, e che ha come scopo principale quello di prevenire e monitorare ogni possibile infiltrazione da parte della criminalità organizzata nella gestione degli appalti. E questo lavoro è stato fatto soltanto al porto di Civitavecchia. Quindi – prosegue – chi pensa che si possa mettere in dubbio gli ottimi rapporti che intercorrono tra me e la Guardia di Finanza è soltanto in malafede. Dunque, ancora oggi confermo che i rapporti non solo con la Guardia di Finanza, ma anche con tutte le altre forze dell’ordine presenti sul territorio sono ottimi, perché unico è l’obiettivo che ci accomuna, vale a dire la legalità, la sicurezza e la difesa dei diritti dei cittadini”.

    * Prendiamo atto della nota (piuttosto tardiva) del Sindaco e confermiamo quanto già scritto

ULTIME NEWS