Pubblicato il

"Senza finanziamenti non si va avanti"

CIVITAVECCHIA – La Asl RmF si appella anche al Comune affinché anche dalla politica locale giungano sollecitazioni alla Regione Lazio per sbloccare l’erogazione di finanziamenti adatti. «Finora non è arrivato nulla – ha spiegato il manager della azienda Salvatore Squarcione – neanche i 12,3 milioni di euro promessi qualche mese fa. Siamo a metà giugno e occorre programmare; ma così è impossibile». Il direttore generale ha sottolineato come solo grazie alla collaborazione instaurata con le ditte si sta garantendo il proseguimento dei lavori nei due presidi ospedalieri. Al San Paolo la dirigenza aziendale e ospedaliera, insieme ai tecnici e al neo assessore Giancarlo Frascarelli, hanno effettuato un sopralluogo ai lavori di realizzazione del nuovo pronto soccorso, dell’oculistica e oncologia, della rianimazione e della farmacia. «Non posso che esprimere apprezzamento per i lavori che si stanno realizzando per garantire alla città una struttura degna – ha spiegato Frascarelli – ci impegneremo subito per convocare un tavolo tecnico per risolvere almeno la questione relativa ai finanziamenti. Intanto il primo impegno concreto sarà dotare l’ospedale di una risonanza magnetica». E questa mattina, nel corso del sopralluogo, il manager ha fatto un punto della situazione. «Non riusciremo ad inaugurare ilOSPEDALE nuovo pronto soccorso per inizio luglio – ha spiegato – a causa di ritardi strutturali dovuti, in particolare, a delle tubature esterne che ci hanno obbligato e rivedere la realizzazione della camera calda. All’interno siamo andati avanti, con l’adduzione dei gas medicali verso la dorsale principale e i lavori sugli impianti. La rianimazione e la nuova farmacia, all’interno del cosiddetto “corpo 8”, sono praticamente completati, ma si attende l’apertura del pronto soccorso per inaugurarli. La prima avrà otto posti letto ed uno pressurizzato dedicato a pazienti infettivi, la farmacia invece sarà dotata di un ampio magazzino per utenza ospedaliera e territoriale, con annesso laboratorio galenico. Al primo piano, invece, sono concluse le opere murarie per il nuovo reparto che ospiterà oculistica e oncologia: anche qui i tempi si sono allungati di qualche settimana per dotare i reparti di sistemi di sicurezza di alto livello per pazienti ed operatori.

ULTIME NEWS